La scuola “Petrarca-Padre Pio” in Transilvania

0
88
Credits: Travelglobe

Nell’immaginario collettivo parlando di Romania e Transilvania magari vien subito da pensare alla leggenda del conte Dracula, per gli alunni della scuola “Petrarca-Padre” di San Severo però, la Romania indica principalmente la quinta tappa del partenariato Erasmus + “What about your blue”, incentrato sull’ acqua intesa come risorsa essenziale per la nostra vita.

Partiti dall’Italia con un clima alquanto mite, gli alunni Mario Iaffaldano Matteo Pistillo, accompagnati dagli insegnanti Annalisa Curatolo e Salvatore Florio, sono giunti a Bucarest il 3 dicembre a -7 gradi, ma con il “cuore a mille” all’idea di conoscere una nuova terra, nuovi amici e vivere momenti autentici di cittadinanza europea.

Calorosa accoglienza da parte della scuola rumena con il Dirigente ed il Sindaco, seguiti poi da canti e balli dei fanciulli della scuola dell’infanzia e della scuola primaria che hanno entusiasmato tutti i partecipanti. Le famiglie rumene hanno accolto nelle loro case tutti gli alunni partecipanti mettendoli a proprio agio e creando un clima caloroso che è riuscito bene a mitigare i momenti di nostalgia che innegabilmente arrivano.

In compagnia delle altre delegazioni europee abbiamo visitato in Transilvania tutti i luoghi legati all’acqua: dalla centrale idroelettrica Rau Sadului alle cascate “Lotrisol” e a quelle sul fiume Olt, dal Museo “Artis”, dalle terme di Caciulata e Calimanesti alla fabbrica di acqua “La Fantana” e al Parco nazionale e al Monastero di Cozia. Non è mancata nemmeno la neve che ha regalato un po’ di magia a noi tutti. Durante i quattro giorni di permanenza abbiamo gustato la cucina rumena caratterizzata da zuppe, formaggi ed ottime carni.  Per chiudere in dolcezza abbiamo visitato anche i mercatini di Natale nella bellissima città di Sibiu. Le emozioni che abbiamo letto sui volti dei nostri alunni erano curiosità, condivisione, gioia, sorpresa e voglia di imparare, l’uno dall’altro. 

un’immagine del Monastero di Cozia

Il giorno della partenza, come al solito, è  giunto assai presto e con esso il momento dei saluti alla coordinatrice rumena, Aspazica Balint, a tutte le famiglie rumene e alle altre delegazioni europee. La nostra Dirigente, prof.ssa Maria Concetta Bianco, ringrazia la scuola rumena e le famiglie  ospitanti, i nostri alunni con le rispettive famiglie che hanno reso possibile la partecipazione a questo meeting ed i docenti accompagnatori. Ella si dice orgogliosa di dirigere la scuola “Petrarca-Padre Pio” caratterizzata da una elevata qualità di offerta formativa che consente agli alunni di condividere e raggiungere anche gli obiettivi dei Partenariati Erasmus + per vivere consapevolmente la dimensione europea all’interno dei paesi membri in un clima di serenità, tolleranza e rispetto verso la cultura di ciascuno. La coordinatrice, prof.ssa Annalisa Curatolo, ricorda che il prossimo meeting avrà luogo in Spagna a gennaio e poi a marzo saremo noi ad ospitare tutti i partner europei a San Severo.

Grazie Erasmus+ e grazie alla nostra scuola per averci fatto vivere un’altra meravigliosa esperienza di crescita. A presto, perché con la scuola “Petrarca-Padre Pio” si vola…sempre più in alto!

Annalisa Curatolo