Boom di presenze per lo spettacolo “Pinocchio in: Mi son fatto la moglie!” al teatro Verdi di San Severo

0
223

Alla vigilia del Natale una rivisitazione in chiave attuale e goliardica di un classico della tradizione fiabesca italiana

Ha riscosso davvero un grande successo lo spettacolo Pinocchio in: Mi son fatto… la moglie!, organizzato e messo sapientemente in scena dai fruitori del Centro Diurno di San Severo, in collaborazione con l’ A.DA.SA.M, Associazione Dauna per la Salute Mentale. La rappresentazione ha avuto luogo al Teatro Comunale Giuseppe Verdi il 21 dicembre, alle ore 18:30, in un vero e proprio bagno di folla: la platea e i palchi circostanti erano ricolmi di persone di ogni età, essendo la trama adatta a grandi e piccini. Dopo i saluti iniziali degli organizzatori e del vescovo, sua eccellenza Mons. Giovanni Checchinato, all’attesa apertura del sipario è subito saltata agli occhi la straordinaria preparazione degli attori protagonisti, immedesimati meravigliosamente nel proprio ruolo e eccezionalmente a proprio agio su un palco così importante.

Il copione notevole e il ritmo di battute serrato non hanno spaventato gli attori, anzi hanno incentivato l’attenzione del pubblico dal punto di vista empatico. La trama della pièce si è mostrata infatti scorrevole e divertente, gli spettatori in sala interessati e gli applausi non si sono fatti attendere.Tra canti d’intermezzo, coreografie eseguite alla perfezione e cambi di scena, lo show si è svolto in maniera scorrevole e calcolata, a sottolineare la bravura dei ragazzi e, certamente, dei loro maestri.

Una commistione senza linee di demarcazione, quella tra chi ha insegnato e chi ha messo in scena, non solo dal punto di vista della stessa drammatizzazione – essendo attori sia gli educatori che gli utenti del Centro – ma anche e soprattutto nel segno dell’inclusione, pienamente realizzatasi on stage e, si può immaginare, anche dietro le quinte, durante il sapiente e meticoloso lavoro di preparazione, al quale hanno partecipato le famiglie di appartenenza dei fruitori e un numero cospicuo di volontari.
Una serata che ha raccolto consensi su più fronti e che maggiormente in questi giorni di festa ha ricordato a tutti quanto siano importanti i valori di condivisione e di affiliazione.

                                                     Francesca Prattichizzo