In ricordo del Maestro Domenico Tota

Il progetto deliberato dalla Giunta Municipale è consistente in una fusione in bronzo di un busto in creta raffigurante il Maestro Domenico Tota realizzato dall’artista Mauro Cipriani.

0
30

La Giunta Comunale presieduta dal Sindaco avv. Francesco Miglio ha deliberato di la realizzazione di un busto in bronzo dedicato al Maestro Domenico Tota (scomparso il 12 febbraio 2008) da collocare in Via Tiberio Solis all’interno dell’aiuola antistante la Banca BNL.

All’unanimità abbiamo deliberato questo giusto omaggio al Maestro Mimì Tota a 10 dalla sua scomparsa – dichiara il Sindaco avv. Francesco Miglio – recependo anche un’istanza dell’Associazione Fondazione Terra Mia presieduta da Armando Niro. È un doveroso atto di stima della Città di San Severo nei confronti di una persona che si è spesa molto per la nostra comunità, soprattutto per i bambini, sia nel suo prezioso lavoro di insegnante, che durante i tantissimi eventi ai quali prendeva parte. Mimì Tota ha rappresentato un pezzo importante della storia recente della nostra San Severo. Ancora oggi la sua pubblicazione (postuma) “A spasso per San Severo” ci mostra il suo amore infinito per la nostra città”. Il progetto deliberato dalla Giunta Municipale è consistente in una fusione in bronzo di un busto in creta raffigurante il Maestro Tota realizzato dall’artista Mauro Cipriani.

Domenico Mimi’ Tota

Nato a Corato (Bari) il 14 marzo 1930 ha risieduto a San Severo dal 1933, anno in cui la sua famiglia vi si trasferì per esigenze di servizio del padre Vito, agente di custodia alla locale casa di reclusione. Ha insegnato per 36 anni nelle Scuole Elementari del 3° Circolo Didattico “Umberto Fraccacreta” di San Severo. È stato ideatore e Presidente per 13 anni del Carnevale Sanseverese. Per oltre 20 anni regista, presentatore e conduttore di trasmissioni televisive a Teleradio San Severo di quiz a premi aventi lo scopo di valorizzare usi, costumi, tradizioni, dialetto, storia e personaggi locali con la presentazioni di foto caratteristiche e particolari di monumenti, chiese e piazze della città. Per 35 anni concertatore e direttore del coro scolastico composto da oltre 100 ragazzi che, alle prime luci del mattino del Venerdì Santo, cantava “A questo fiero tronco” al momento dell’incontro fra il “Cristo alla colonna” e la “Vergine Addolorata”. Presso la Biblioteca Comunale “Alessandro Minuziano” si possono consultare 44 volumi per complessive 7.000 fotografie, catalogate con numerazione progressiva e riferimenti ai negativi, con le relative didascalie, scattate da Tota nel corso di 25 anni. Sono stati ripresi fotograficamente edifici pubblici, vie, chiese, piazze, cimitero, particolari interessanti, panorami, usi, costumi, feste, personaggi della nostra città. Ci sono anche resoconti fotografici di viaggi all’estero: Lourdes, Fatima, Santiago de Compostela, Ungheria, Repubblica Ceca, ecc. Collaboratore volontario nella ”CARITAS” diocesana come formatore prima degli obiettori di coscienza e poi dei volontari del servizio civile. Per oltre sei anni ha offerto al Comune di San Severo, la sua disponibilità, completamente gratuita, per insegnare, nelle scuole di ogni ordine e grado, “Toponomastica e storia di San Severo” corredando le lezioni con la proiezione di oltre 400 diapositive. Il 15 marzo 2006 ha organizzato la “Festa del Tricolore” e della ricorrenza del 1° anniversario della morte in Iraq del concittadino Salvatore Marracino presso il 1° Circolo Didattico  “De Amicis”.

Comunicato stampa del dott. Michele Princigallo, Portavoce del Sindaco