La “Musica Velata” ha risuonato nel Castello di Raimondo De’ Sangro

Il titolo del concerto "Musica Velata" ricorda la sublime bellezza marmorea del Cristo Velato che campeggia nella Cappella Sansevero nel centro storico di Napoli, perla dell’arte barocca che dobbiamo esclusivamente all’ispiratissimo scalpello del giovane artista napoletano Sanmartino e alla fiducia accordatagli dal suo committente De Sangro.

0
445

Ieri sera, nella splendida cornice del Castello Ducale De Sangro di Torremaggiore, si è tenuto il concerto “Musica Velata –  Sonate e Arie per Raimondo De Sangro“, quarto appuntamento musicale organizzato dall’Associazione Culturale Musicale Mozart in collaborazione con il Civico Liceo Musicale Luigi Rossi e il Comune di Torremaggiore. La Cappella Federiciana, composta dal contraltista Giuseppe Quitadamo, il violinista Michele Trematore, la violoncellista Michela Celozzi e il clavicembalista Gabriele Leggieri, ha accolto il caloroso e attento pubblico sulle note di arie e sonate di Giovan Battista Pergolesi, Domenico Scarlatti, Nicola Porpora e Francesco Durante, rinomati compositori italiani nel Sei-Settecento.

Il repertorio scelto e selezionato dagli ottimi musicisti – dalla Sonata a solo per violino e basso continuo di Giovan Battista Somis al celebre Minuetto di Luigi Boccherini, dalle Arie tratte dallo “Stabat Mater” di Giovan Battista Pergolesi alla dolce Ave Maria di Giulio Caccini –  è stato volutamente pensato per condurre gli ascoltatori in un contesto misterioso e magico della Napoli di Raimondo De Sangro e dei suoi artisti.

Il direttore artistico della X stagione concertistica “Capitanata in Musica” Angela Trematore parla a LaRetorica.it: – «A pochi giorni dalla sua nascita, non poteva mancare un momento musicale dedicato a Raimondo De Sangro (Torremaggiore, 30 gennaio 1710 – Napoli, 22 marzo 1771), principe di San Severo e duca di Torremaggiore, grande protagonista del primo Illuminismo europeo; un omaggio al nostro Principe ricordato dalla storia come inventore, letterato, uomo di grande cultura, scienziato, alchimista. Il titolo del concerto “Musica Velata” ricorda la sublime bellezza marmorea del Cristo Velato che campeggia nella Cappella Sansevero nel centro storico di Napoli, perla dell’arte barocca che dobbiamo esclusivamente all’ispiratissimo scalpello del giovane artista napoletano Sanmartino e alla fiducia accordatagli dal suo committente De Sangro».

Il pubblico ormai affezionato ai concerti proposti dall’Associazione Mozart ha apprezzato molto l’atmosfera mistica e armoniosa creatasi grazie alla bravura dei musicisti e agli intermezzi letterari a cura di Anna Ametta e Luigi Ciavarella. Quella di ieri sera è stata una serata all’insegna della cultura e della musica classica, un modo autentico per rivivere l’alchimia di un antico passato che ci appartiene tuttora. Il prossimo appuntamento in programma è intitolato “Calici d’amore” con belle sorprese e tanta suspense. Segnatevi questa data: sabato 16 febbraio ore 19.00 presso l’Azienda Sacco Vignaioli Apuli, con ingresso su invito con prenotazione.

Angela Trematore

 

Per informazioni:
Associazione Musicale e Culturale Mozart
Torremaggiore-San Paolo di Civitate
info: 0882 391363