Prossimamente, “Il mondo di Chiara”

La protagonista, costretta a subire un dolore indicibile causato dalla morte dei suoi genitori, grazie ai consigli di alcuni personaggi di fiabe che poi diventeranno suoi amici, riuscirà a riscattare la sua condizione e a offrire a se stessa una seconda possibilità

0
414

Il mondo di Chiara è una commedia musicale inedita frutto di tre passioni che mi hanno sempre accompagnata nella vita come la scrittura, il teatro e la musica. È uno spettacolo che ha come obiettivo quello di far capire a tutti l’importanza del valore pedagogico della lettura ed è un omaggio che ho voluto fare alle fiabe che hanno allietato la mia fanciullezza.
La preparazione dello spettacolo, essendo una commedia musicale del tutto inedita, è stata articolata in un periodo di tempo di circa due anni, ma posso dire che ne è valsa la pena, perché il risultato fa ben sperare in un’ottima riuscita. Per me è stato davvero emozionante e divertente vedere i personaggi che avevo creato con la fantasia prendere vita e forma in persone vere che li hanno animati, offrendo ad ognuno di loro un cuore, una personalità e una voce. È come se una pianta o un animale ti cominciasse a parlare… Sarebbe bello poter parlare anche con i fiori o con gli animali no?
Il mondo di Chiara è una storia semplice, ma profonda in cui la protagonista, costretta a subire un dolore indicibile causato dalla morte dei suoi genitori, grazie ai consigli di alcuni personaggi di fiabe che poi diventeranno suoi amici, riuscirà a riscattare la sua condizione e a offrire a se stessa una seconda possibilità, trasformando quel dolore che tanto la opprime in amore per se stessa e per gli altri, compiendo un percorso di maturazione che le permetterà di dare un senso alla propria vita.

la regista Simona Innelli durante una registrazione alla EDrecords Reconding Studio di Edgardo Caputo

Tutto l’allestimento dello spettacolo è stato coinvolgente, meraviglioso e ringrazio di cuore chi, insieme a me, ha contribuito a realizzare Il mondo di Chiara credendoci fino in fondo ed impegnandosi moltissimo: un grazie al musicista Edgardo Caputo che mi ha affiancata nella realizzazione della colonna sonora dell’intero spettacolo, riuscendo ad estrapolare dalla mia voce a cappella le note di quelle melodie che precedentemente avevo creato, dando così vita all’arrangiamento di ogni brano con un risultato davvero emozionante. Un grazie alle coreografe Giovanna D’Antino ed Angela Sacco che hanno magistralmente coordinato i movimenti scenici e le coreografie; allo scenografo Bartolo Innelli, nonché mio padre, colui che mi ha trasmesso la passione per il teatro e che ha realizzato un impianto scenografico straordinario, ed infine un grazie a tutti gli altri interpreti ed assistenti (costumista, truccatrici, service audio-luci e macchinisti) che si occuperanno durante le sere dello spettacolo di realizzare, insieme a me, qualcosa di magico, meraviglioso e speciale.

frame dal promo di Paolo Francesco Iammarrone per il musical “Un Fremito d’Ali” del 2011 della Compagnia Teatrale “Nuova Alba con Te” di Torremaggiore

Lo spettacolo in scena dal 1 marzo 2019 al Teatro “Luigi Rossi” di Torremaggiore è stato inserito nel progetto di promozione del libro e della lettura “Gentilmente… vorrei che tu leggessi” che il Comune di Torremaggiore, attraverso l’Ufficio Cultura e la Biblioteca Comunale “Michele De Angelis” attuerà per tutto il 2019 nell’ambito della qualifica Città che leggeconferita dal Cepell – Centro per il libro e la lettura – del Ministero dei beni culturali. Previsti anche alcuni matinée per le scuole, mentre nella prossima stagione teatrale la compagnia approderà in altre città italiane.

Simona Innelli

 

I comuni ammessi nell’elenco che hanno ottenuto la qualifica di Città che legge per il biennio 2018-2019 sono 441 (di cui 161 al nord, 116 al centro, 125 al sud e 39 nelle isole), in aumento rispetto all’anno scorso. Questa qualifica consentirà al comune di partecipare ai bandi per l’attribuzione di contributi economici, premi ed incentivi che il Centro per il libro e la lettura di volta in volta predisporrà per premiare i progetti più meritevoli. Per informazioni: https://www.cepell.it/it/citta-che-legge/