Il “Giardino d’Oriente” a Torremaggiore

Il concerto "Giardino d’Oriente" è un viaggio musicale nato dal fascino provocato dall'idea dell'Oriente, dal mistero e dalle bizzarrie che l'Occidente continua a trovare in alcune culture lontane, nonostante gli spazi e le distanze - ai nostri giorni - si siano quasi azzerati.

0
572

Cari appassionati di Musica, siete pronti a intraprendere un viaggio verso Oriente e ad ascoltare celebri melodie stando seduti nella suggestiva cornice del Castello Ducale “De Sangro” di Torremaggiore? Il “volo” è programmato per lunedì 4 marzo 2019 con ingresso alle ore 18.30 ed inizio alle 19.00 presso la Sala delle Udienze del Castello con un concerto dedicato all’Arte, alla Donna e al perfetto connubio tra Occidente e Oriente, due mondi apparentemente lontani, ma uniti tra loro da un antico legame. 

Infatti per la V Edizione del Festival Internazionale “Women in Art” l’Associazione Mozart in collaborazione con il Comune di Torremaggiore, il Civico Liceo Musicale Luigi Rossi” e la Pro Loco di Torremaggiore è lieta di presentarvi il progetto artistico-culturale “Giardino d’Oriente“.

Ideato da Susanna Guerrini e Angela Trematore, è frutto di una convenzione tra l’Associazione Culturale Musicale Mozart di Torremaggiore – San Paolo di Civitate e il Conservatorio di Musica Luca Marenzio di Brescia e Darfo Boario Terme, due realtà musicali che operano a livello nazionale e internazionale per la promozione della cultura musicale italiana e non.

Il concerto “Giardino d’Oriente” è un viaggio musicale nato dal fascino provocato dall’idea dell’Oriente, dal mistero e dalle bizzarrie che l’Occidente continua a trovare in alcune culture lontane, nonostante gli spazi e le distanze – ai nostri giorni – si siano quasi azzerati. Assistiamo a uno spostamento da Oriente a Occidente e da Occidente a Oriente sempre più importante: sembra che le ricchezze di una cultura millenaria non ci tocchino più così profondamente, ma in realtà, la curiosità è reciproca e la comunicazione spesso difficoltosa. Alla Musica spetta l’arduo e affascinante compito di creare un ponte simbolico, in particolare tra la cultura cinese e quella italiana: il repertorio selezionato va dal Settecento al Novecento, con brani da camera e celebri melodie d’opera. Non mancherà una particolare attenzione a Giacomo Puccini, un Artista che, attraverso il linguaggio dei suoni e della parola, ha saputo raccontare con eleganza e raffinatezza il profondo legame che unisce l’Oriente all’Occidente.

Protagonisti della serata tre giovani artiste cinesi che attualmente si stanno perfezionando presso il Conservatorio bresciano, la Cappella Federiciana Ensemble e la voce narrante della regista fiorentina Susanna Guerrini. Vi aspettiamo numerosi! Si accede per invito fino ad esaurimento posti. Per maggiori informazioni contattare l’Associazione Culturale Musicale Mozart: 0882 391363.

 
Comunicato stampa dell’Associazione Mozart