“Garantire al più presto l’indennità per fermo biologico ai pescatori di Manfredonia”

0
443
il porto di Manfredonia - credits: viamichelin.it

Da Uil-Uila Foggia. «Pieno sostegno all’ordine del giorno approvato dal comitato provinciale INPS Foggia a sostegno dei pescatori di Manfredonia». A dichiararlo Gianni Ricci, segretario generale Uil Foggia e Antonio Castriotta, segretario generale Uila Foggia, in relazione al documento col quale il Comitato Provinciale INPS Foggia presieduto da Antonio Guerra chiede rapidi riscontri in merito alla «mancata corresponsione dell’indennità onnicomprensiva a favore degli addetti alla Pesca della Marineria di Manfredonia relativa al trattamento di integrazione salariale 2017 riconosciuto in tutte le situazioni di crisi del settore, anche collegate al fermo biologico».
Il documento inviato ai vertici regionali e nazionali dell’INPS «è in sintonia con l’impegno e l’attenzione che la Uil e la Uila hanno sempre profuso nei confronti del settore ittico e dei suoi lavoratori» affermano Ricci e Castriotta che rimarcano anche come «c’è inoltre la volontà di trovare una soluzione alla vertenza anche sul versante della possibile unificazione dell’indenità in questione al sistema della CISOA agricola» (Cassa Integrazione Salariale Operatori dell’Agricoltura – ndr).
«A fronte di una situazione di crisi che riguarda soprattutto il comparto Pesca del Mezzogiorno riteniamo indispensabile garantire l’erogazione in tempi rapidi degli ammortizzatori sociali. In tal senso il nostro impegno e la nostra attenzione sono e resteranno massimi affinché si trovi una soluzione rapida ed efficace» concludono i segretari generali di Uil e Uila Foggia.

Comunicato stampa di Enzo Pizzolo, responsabile Ufficio Stampa UIL Foggia