Questa sera al Teatro Verdi imperdibile spettacolo con Nicolas Vaporidis, Antonio Catania e Maurizio Mattioli

Era la notte della semifinale del Mondiale 1990, era il giorno di Italia-Argentina e Massimo, un giovane ragazzo con la passione per il calcio ma con il ginocchio malandato, grazie a una raccomandazione riesce a farsi ricoverare nel reparto di Ortopedia di un grande ospedale romano. L’obiettivo è quello di farsi operare per tornare a giocare a calcio, la sua vera grande passione.

0
605

Al Teatro Verdi prosegue la stagione teatrale organizzata dall’Amministrazione Comunale – Assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese.

«Antonio Catania, Nicolas Vaporidis e Maurizio Mattioli – dichiarano il Sindaco avv. Francesco Miglio e l’Assessore alla Cultura avv. Celeste Iacovino – saranno tra i grandi protagonisti di questo spettacolo, all’insegna dell’allegria e delle tante risate. Avremo nostri ospiti a San Severo attori conosciutissimi e tanto seguiti, una serata che ci farà ritornare indietro nel tempo a quasi trenta anni fa e che promette tante risate».

Ginevra Media Prod / PigrecoDelta
Antonio Catania, Nicolas Vaporidis,
Maurizio Mattioli
L’OPERAZIONE
con la partecipazione straordinaria di
Gabriella Silvestri
e con Marco Giustini
scene Carlo De Marino
costumi Mara Gentile
disegno e luci Stefano Lattavo
scritto e diretto da Stefano Reali

Ecco la trama: era la notte della semifinale del Mondiale 1990, era il giorno di Italia-Argentina e Massimo, un giovane ragazzo con la passione per il calcio ma con il ginocchio malandato, grazie a una raccomandazione riesce a farsi ricoverare nel reparto di Ortopedia di un grande ospedale romano. L’obiettivo è quello di farsi operare per tornare a giocare a calcio, la sua vera grande passione. Nella stanza di ospedale insieme a lui c’è Luigi, un lungodegente “veterano” dell’ospedale, che lo induce a riflettere sulla futilità di quell’intervento al ginocchio: Luigi gli racconta delle sofferenze delle centinaia di pazienti costretti ad aspettare anche degli anni, in lista d’attesa, prima che si liberi un posto letto in ospedale. Ed è qui che iniziano i dubbi di Massimo: chi è Luigi in realtà? La sua malattia potrebbe essere solo una simulazione, e far parte di un imbroglio gigantesco, che copre un “mercato di letti” ospedalieri? E chi è Massimo in realtà? È solo un paziente ingenuo, o ha qualcosa a che fare con la Direzione Sanitaria, dove qualcuno ha deciso di smascherare quel mercato di letti? Chi è il truffatore, e chi è il truffato? Dalla piece teatrale è stato tratto anche il film A barca a vela contromano.

Dal comunicato del Portavoce del Sindaco, dott. Michele Princigallo