“Il primo bacio” a Foggia mercoledì 13 marzo

Non è mai troppo presto, né troppo tardi, per iniziare a parlare di primi baci e affettività: basta trovare il modo giusto, adatto all’età dei nostri figli. L’unica cosa che non possiamo proprio permetterci è tacere, soprattutto oggi che i giovani sono tempestati da stimoli troppo grandi per loro.

0
61

Uno dei più importanti educatori in Italia incontra il pubblico e gli insegnanti. Il primo bacio, secondo Alberto Pellai: l’educazione sentimentale dei nostri figli. A Foggia il noto autore presenta la sua “guida” 

Alberto Pellai e Barbara Tamborini

«Che sia atteso, rubato o dato per gioco, il primo bacio ha sempre un prima e un dopo, un mondo che era – da lasciarsi alle spalle – verso un mondo che sarà». Una guida per genitori ed educatori che cercano le parole giuste per parlare di amore ai ragazzi, aiutandoli a vivere la propria affettività con consapevolezza. È “Il primo bacio” guida all’educazione sentimentale degli adolescenti scritta da Alberto Pellai e Barbara Tamborini, punti di riferimento nell’universo educativo e pedagogico italiano: mercoledì 13 marzo 2019 alle ore 19.00 nella Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte “Andrea Pazienza” di Foggia Alberto Pellai presenta il suo libro. L’incontro è organizzato dall’Associazione Culturale “I fiori blu” insieme con la Cooperativa Sociale “Sanità Più” e il gruppo Universo Salute, patrocinato dall’assessorato alla cultura del Comune di Foggia. Ad introdurre la serata saranno Luca Vigilante – presidente di Sanità Più – e l’assessore Anna Paola Giuliani: interviene, la giornalista Alessandra Benvenuto presidente de “I fiori blu”. L’autore l’indomani giovedì 14 marzo 2019 dalle ore 8.00 al Liceo Classico “V. Lanza” di Foggia sarà protagonista di un seminario di approfondimento per insegnanti e operatori, promosso dal CIDI – Centro Iniziativa Democratica Insegnanti.

“Il primo bacio. L’educazione sentimentale dei nostri figli preadolescenti” (De Agostini, 2019 di 240 pagine). Il primo bacio non si scorda mai. Perché è un punto di svolta, il primo passo nel mondo sconosciuto della sessualità. Per questo è importante insegnare ai ragazzi a non sprecarlo, a dargli un significato, a chiedersi cosa vogliono e sentono davvero, prima di lanciarsi in un’esperienza tanto per farla. Non è mai troppo presto, né troppo tardi, per iniziare a parlare di primi baci e affettività: basta trovare il modo giusto, adatto all’età dei nostri figli. L’unica cosa che non possiamo proprio permetterci è tacere, soprattutto oggi che i giovani sono tempestati da stimoli troppo grandi per loro. In questo libro Barbara Tamborini e Alberto Pellai ci aiutano a mettere a fuoco quale educazione sessuale e affettiva è bene trasmettere ai nostri figli, perché trovino la propria strada a partire da alcuni valori di riferimento. Ci danno suggerimenti per rompere il ghiaccio, per superare l’imbarazzo, per incoraggiare i ragazzi a confidarsi con noi. Ci mettono alla prova con test e situazioni tipo. Ma soprattutto, ci aiutano a calarci nelle mille emozioni legate al primo bacio, grazie a quaranta storie di primi baci, a volte belli, a volte meno, ma sempre e comunque indimenticabili.

Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, è ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Bio-Mediche dell’Università degli Studi di Milano, dove si occupa di prevenzione in età evolutiva. Nel 2004 il Ministero della Salute gli ha conferito la medaglia d’argento al merito della Sanità pubblica. È autore di molti bestseller per genitori, educatori e ragazzi, tra i quali Tutto troppo presto”, “Girl R-evolution” e con Barbara Tamborini, “I papà vengono da Marte, le mamme da Venere” e “L’età dello tsunami” tutti editi da De Agostini.

Testo dal comunicato di Alessandro Galano
Ufficio Stampa e Organizzazione Eventi
Libreria Ubik di Foggia