Penultimo live allo “Zapoj” di Foggia

0
605

Per la rassegna di musica live a ingresso gratuito Zapoj World One Way, è la volta del Mediterranean Essential Quartet. Da Salerno, un progetto dalle sonorità contaminate che fonde il jazz con il mediterraneo

Dopo essere stati in Russia, in Irlanda, sui Balcani, adesso tocca al nostro amato Mediterraneo: penultimo appuntamento con la rassegna Zapoj World One Way, giro del mondo tra sound e offerta birraria artigianale partito lo scorso febbraio, nonché quarto concerto nel solo mese di marzo. Di scena, stavolta, Mediterranean Essential Quartet: un progetto nuovo composto da musicisti collaudatissimi, nato a Salerno e formato da sassofoni, basso, batteria e addirittura un vibrafono (lo strumento caro al grande Milt Jackson dei mitici Modern Jazz Quartet). Venerdì 29 marzo 2019 alle ore 22.30 allo Zapoj di Foggia, l’etnico caldo e avvolgente delle sonorità del sud dell’Europa incontra il jazz per dare vita a qualcosa di nuovo e fortemente contaminato: brani inediti, poche rivisitazioni e un sound trascinante. L’ingresso, come sempre, è libero. Durante la serata, lo staff del risto-pub proporrà una birra artigianale ispirata alle sonorità del live.

Tre salernitati (Daniele Brenca al basso e contrabbasso; Antonio Della Polla al vibrafono e Vladimiro Celenta alla batteria), peraltro attivissimi sulla scena campana ormai da diversi anni e il sassofonista garganico Antonio Aucello, di recente impegnato con altre formazioni di cui è leader in una tournée all’estero, tra Singapore, Corea del Sud e Hong Kong. Un progetto musicale con al centro la proposta di nuove sonorità mediterranee, sostenute dal lavoro minuzioso del bassista e compositore della band, Daniele Brenca, che ha curato gli arrangiamenti dei brani. La matrice è jazz, ma le caratteristiche degli strumenti stessi (su tutti, il vibrafono), nonché le esperienze varie dei musicisti, danno vita ad un incrocio di suoni e melodie tutt’altro che scontato.

Antonio Aucello, sassofonista

Un piccolo giro del mondo attraverso sette sonorità distinte, ciascuna abbinata ad una birra artigianale a seconda del territorio. È Zapoj World One Way: un viaggio di sola andata dal locale di via Grecia 36, in direzione di sound e sapori dal mondo, sintetizzando ciò che contraddistingue da anni il risto-pub foggiano: la musica live a ingresso libero, le birre artigianali italiane e straniere e una proposta gastronomica diversa dal solito modo di “fare pub”. Prossimo live: venerdì 19 aprile 2019 alle ore 22.30 con il progetto Mephitis Ensemble: piccola raccolta di brani mortali – la presentazione dell’album.

 

 


Zapoj Risto-pub
Via Grecia, 36 zona Macchia Gialla
71122 Foggia
338 84995280
Testo dal Comunicato di Alessandro Galano
Responsabile eventi e comunicazione
libreria Ubik di Foggia