L’Allianz Pazienza San Severo cade ancora, sorride Caserta

0
96

Va a Caserta il turno infrasettimanale della nona giornata di campionato di Serie A2 Old Wild West. I padroni di casa hanno battuto l’Allianz Pazienza per: 89-79. Nonostante l’infortunio di Cusin è stata una partita corale per gli uomini di coach Nando Gentile considerato i sei uomini in doppia cifra e con Giuri e Carlson in formato super. Per San Severo, orfana sempre di Kennedy, si segnalano le buone prestazioni di Demps, Maspero e Spanghero: per il resto c’è da lavorare ancora tanto in entrambe le fasi, migliorando le percentuali di tiro soprattutto dalla lunga distanza. «Il commento alla partita – spiega il coach Damiano Cagnazzo – è molto semplice: Caserta è andata davvero bene e le facciamo i complimenti per l’ottima prestazione; noi invece non abbiamo fatto la partita che dovevamo fare e quando abbassi la guardia, specialmente in questa categoria, prendi gli schiaffi». «È l’ennesima sconfitta – conclude – che ovviamente fa male e ne siamo molto dispiaciuti, ma dobbiamo fare tesoro di tutte le cose negative di questa serata perché bisogna ripartire al di là di tutti i ‘nonostante’ del caso».

 

La cronaca
Primo quarto – Coach Gentile manda sul parquet Hassan, Sousa, Paci, Carlson e Giuri; risponde Damiano Cagnazzo con Spanghero, Saccaggi, Demps, Maspero e Mortellaro. Apre le danze Carlson con una tripla dall’angolo, mentre San Severo risponde con l’1/2 dalla lunetta di Demps. Maspero al 2′ trova la tripla che porta l’Allianz Pazienza al primo vantaggio (3-4) dopo di che segue un break importante dei locali, che si portano a condurre sul 10-4 al 3′. L’Allianz ha bisogno di dare una scossa e si affida a Mortellaro che accorcia sul 12-8 al minuto 5, seguito dalla seconda tripla di Maspero per il 12-11. I padroni di casa non restano a guardare e, con la tripla di Hassan e la penetrazione di Bianchi, costringono coach Cagnazzo al primo timeout sul 21-13 al 7′. Il timeout porta frutti e Maspero, che sembra in serata di grazia, sigla la sua terza tripla della partita ed accorcia sul -5 seguito dal canestro di Saccaggi che chiude la prima frazione sul 25-20.

Secondo quarto – Sousa, Bianchi e Valentini (1/2 dalla lunetta) colpiscono ad inizio secondo quarto con l’Allianz Pazienza che stenta ed il vantaggio di Caserta diventa a due cifre 30-20. È Di Donato a rompere il ghiaccio per i neri al 13′ seguito dal tap-in di Mortellaro che riporta i suoi sul 24-30, con coach Gentile che chiama il minuto di sospensione. La partita è viva, le squadre ribattono colpo su colpo e al 17′ il punteggio è di 39-33. San Severo c’è e come le formiche mette da parte punto su punto per impattare con la bomba di Demps al 19′ (39-39). Caserta non sta a guardare, si riporta avanti con un gioco da tre di Valentini e sul finale di periodo succede di tutto: tecnico alla panchina casertana, Demps sbaglia il tiro libero, ma si fa perdonare mettendo la tripla a fil di sirena che vale la parità. Si va sul riposo lungo sul 42-42.

Terzo quarto – Al rientro dagli spogliatoi botta e risposta tra Sousa/Saccaggi dopo oltre 1 minuto di gioco e le squadre sono ancora in parità. Hassan dalla lunetta e Sousa che appoggia da canestro muovono il punteggio, ma dall’arco Spanghero rintuzza. Le azioni si susseguono: Carlson dall’angolo e Sousa da sotto, consentono ai campani di portarsi sul 57-49 al 25′. È una fase della partita con l’inerzia a favore della JuveCaserta che con Paci si porta sul +11 al 27′ (62-51). Il finale del terzo mini tempo sorride agli uomini di coach Gentile, che chiudono in vantaggio 68-56.

Ultimo quarto – L’ultima decina comincia col botto per la squadra in canotta bianca grazie alla tripla di Giuri che vale il massimo vantaggio sul 71-56. L’Allianz Pazienza cerca di riaprire il match con Spanghero dall’arco al 33′ (73-62), mentre Caserta è già in bonus dopo neanche 3 minuti. Spanghero trova un’altra tripla ed accorcia sul -6 (73-67) costringendo la panchina casertana al timeout per fermare l’inerzia avversaria. I risultati si vedono, perchè San Severo frena e i locali ritrovano il +10 al 35′. I neri non demordono, ma la JuveCaserta tiene botta e con il canestro di Carlson coach Cagnazzo richiama i suoi per dettare ordini sugli ultimi 3 minuti di gioco sul punteggio di 79-70. Non è finita: due triple in successione di Spanghero e Maspero fanno sperare l’Allianz Pazienza sull’83-78, ma la palla persa sull’azione successiva ed i liberi realizzati da Bianchi frenano l’entusiasmo. Restano 45 secondi da giocare e gli errori dall’arco di Maspero e Spanghero calano, di fatto, il sipario sulla partita che termina con il punteggio di 89-79.

L’intera partita sarà trasmessa domani in differita su TeleBlu (canale 72 del DTT) alle ore 21:00. L’appuntamento per tutti i tifosi sanseveresi è previsto per domenica 24 novembre, alle ore 18:00 nel roboante “Falcone e Borsellino”: avversaria di turno sarà l’OraSì Ravenna.

Il tabellino
Sporting Club Juvecaserta vs Allianz Pazienza Cestistica San Severo 89-79
(25-20, 17-22, 26-14, 21-23)

Sporting Club Juvecaserta: Marco Giuri 21 (7/10, 2/5), Michael Carlson 16 (3/3, 2/6), Dimitri Sousa 16 (8/12, 0/1), Norman Hassan 12 (1/2, 2/5), Tommaso Bianchi 10 (4/4, 0/1), Andrea Valentini 10 (3/4, 0/0), Paolo Paci 4 (2/8, 0/0), Mirco Turel 0 (0/1, 0/3), Seth edwin Allen 0 (0/0, 0/0), Alessio Iavazzi 0 (0/0, 0/0), Marco Cusin 0 (0/0, 0/0), Davide Mastroianni 0 (0/0, 0/0) – Coach: Nando Gentile
Tiri liberi: 15 / 20
Rimbalzi: 28 6 + 22 (Marco Giuri 7)
Assist: 18 (Marco Giuri 5)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Del Demps 21 (4/7, 2/6), Marco Spanghero 16 (2/4, 4/9), Giacomo Maspero 16 (2/5, 4/7), Andrea Saccaggi 9 (3/3, 0/5), Emidio Di donato 6 (1/2, 1/3), Chris Mortellaro 5 (2/3, 0/0), Alberto Conti 3 (0/1, 1/2), Michele Antelli 3 (0/1, 1/3), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0), Federico Fatone 0 (0/0, 0/0), Markus Kennedy 0 (0/0, 0/0), Alessio attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0) – Coach: Damiano Cagnazzo
Tiri liberi: 12 / 19
Rimbalzi: 34 8 + 26 (Chris Mortellaro 11)
Assist: 17 (Chris Mortellaro 6)

Testo e foto dal comunicato di Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo