ZES: una proposta sulla conclusione del processo della filiera agroalimentare locale

0
382
Credits: suoloesalute.it

Il Comune di San Severo – Assessorato alle Attività Produttive ha inoltrato la candidatura per l’assegnazione delle aree residue della Zona Economica Speciale (ZES) interregionale Adriatica, quale capofila del Sistema Territoriale Integrato Alto Tavoliere – Mosaico di San Severo. L’Amministrazione Comunale ha presentato una proposta (predisposta dal RUP Responsabile Unico del Procedimento arch. Fabio Mucilli) incentrata sulla conclusione del processo della filiera agroalimentare a livello locale. Responsabile del procedimento

«L’area perimetrata – dichiara l’Assessore alle Attività Produttive Felice Carrabba – è l’unica rispondente ai requisiti del bando regionale in quanto dotata delle necessarie opere di infrastrutturazione e di aree immediatamente disponibili per l’insediamento di attività produttive: è la zona del Consorzio per l’Incentivazione Produttiva (CIP) ubicata nei pressi del casello autostradale. L’obiettivo della ZES è favorire l’insediamento di aziende di medie e grandi dimensioni mediante politiche di defiscalizzazione. Per quest’Amministrazione aderire alla ZES è di straordinaria importanza, un importante riconoscimento sotto il profilo non solo economico, quanto culturale e di attrazione».

Comunicato del dott. Michele Princigallo, Ufficio Stampa del Comune di San Severo.