Solo sul finale, San Severo non regge l’urto con Forlì e finisce 62-63

0
78

Arriva ancora una sconfitta per l’Allianz Pazienza Cestistica San Severo, questa volta sul proprio parquet contro l’Uniero Forlì: 62 – 63 il punteggio finale, nell’ambito di una partita dove i gialloneri non hanno per nulla demeritato contro il roster tutto qualità di coach Dell’Agnello. Pesano alcune scelte arbitrali discutibili negli ultimi minuti del match e l’errore di non aver segnato, anche da due, il canestro del match che avrebbe sancito la fine della gara. Guardando le statistiche, spiccano i punti di Demps e Spanghero, mentre per il roster di Dell’Agnello sono da evidenziare le ottime prestazioni di Marini, Giacchetti e Watson. In ombra l’altro americano Rush.

«Abbiamo provato – dice Cagnazzo – a fare la nostra partita, giocando un basket equilibrato, al netto dei nostri limiti e delle nostre difficoltà. L’assenza di un lungo titolare d’area si fa sentire ed i nostri avversari hanno palesato tutta la loro superiorità individuale e di sistema. Negli ultimi secondi invece siamo naufragati, cosa che non volevo accadesse più». «Sappiamo bene – finisce il coach – la difficoltà di questo campionato e lo dimostra anche la classifica corta; bastano poche vittorie per centrare la comfort zone ed altrettante sconfitte per essere nei bassi fondi. Questo basta e avanza per far capire il livello alto della Serie A2, che porta ad avere degli ostacoli lungo tutto il percorso. Noi, questi ostacoli, dovremo essere bravi a superarli e sono sicuro che lo faremo, perché ho la certezza che da parte dei miei giocatori c’è totale applicazione e voglia di migliorarsi».

La cronaca
Primo quarto
– Coach Cagnazzo conferma il solito starting five con: Spanghero, Saccaggi, Desmp, Maspero e Mortellaro. Gli ospiti rispondono con Benvenuti, Campori, Watson JR, Rush, Marini. I primi due punti del match portano la firma di Chris Mortellaro, seguiti da un fantastica azione conclusa con la tripla di Demps a cui risponde il prontissimo Rush. Già da questi primissimi minuti di gioco, si percepisce che sarà difficile penetrare la difesa romagnola, ma Mortellaro fa valere i suoi centimetri, Demps è in vena ed anche Maspero, Saccaggi e Spanghero sembrano ruotar bene. Dall’altra parte, l’Unieuro deve riscattare il pesante ko della scorsa settimana contro Montegranaro ed ha tutta l’intenzione di farlo guadagnando punti e falli importanti, come il canestro a fil di sirena dalla lunghissima distanza di Watson JR. Primo quarto: 21 – 24 con questi numeri: Demps 9, Mortellaro e Spanghero 6 mentre per Forlì si segnala Giacchetti con 7.

Secondo quarto – I ritmi non sono elevatissimi: è una partita molto tattica e fallosa con i due falli di Spanghero, Demps, Bruttini, Ndoja e Watson, a discapito, quindi, dello spettacolo. È tempo di cambi con l’ingresso di Saccaggi, Antelli e Conti, ma ad imporre il gioco sono sempre gli ospiti, che hanno il vantaggio di poter contare sul tutto il roster e di avere risorse preziosissime, come Giacchetti, Rush e Watson. A metà quarto, infatti, dopo una palla persa, fallo fatto e canestro preso, coach Cagnazzo è costretto a chiamare il timeout quando sul tabellone si legge: 25 – 32. San Severo non può far prendere fiducia ad una squadra di per sé molto forte e deve cercare, in tutti i modi possibili, di sfruttare le sue armi a disposizione, fortuna compresa, come dimostra il canestro rocambolesco di Italiano. La reazione dei gialloneri si vede e lo palesa anche la bomba di Saccaggi, Demps e Spanghero e Forlì, per la prima volta, è in difficoltà. Adesso a comandare è l’Allianz Pazienza: 39 – 36 al ventesimo minuto. Alla pausa lunga i due giocatori in doppia cifra sono Demps e Spanghero.

Terzo quarto – Al ritorno dagli spogliatoi, Giacchetti e Maspero aprono le danze: ora, il match ha un’altra velocità, anche perchè le squadre stanno accelerando, in un quarto fondamentale per l’esito della partita. Buoni gli atteggiamenti, soprattutto in difesa, di Maspero e Mortellaro bravi a reggere la fisicità degli esperti romagnoli. Contro questi uomini, infatti, serve lucidità ed intensità per tutti i 40’ ed è ciò che i “neri” stanno facendo con coach Dell’Agnello pronto a richiamare i suoi. Il tabellone recita 51 punti per San Severo e 43 punti per Unieuro Forlì. Se dovesse continuare questo momento negativo ai nostri avversari, la partita si indirizzerebbe sui binari giusti, ma nel basket 8 punti di vantaggio sono pochi, pochissimi. Ed infatti, sul finale di quarto, l’Urania recupera il maggior numero di punti possibili, ma è sempre San Severo in testa: 53 – 51.

Ultimo quarto – Quarto e ultimo periodo piuttosto altalenante, condito da errori da entrambi i lati: la sensazione è che le due squadre non hanno il coraggio di affondare definitivamente il colpo. Bruttini prova a dare una scossa al match e Demps sancisce il 58 – 53 con la specialità della casa a 5’ dalla fine. Si susseguono un numero considerevole di azioni: Watson imita il numero 9 sanseverese dai sette metri; Spanghero con un pizzico di fortuna conclude a canestro da vicino; Bruttini si fa valere contro Mortellaro. A 2’ dal termine il vantaggio giallonero è di soli due lunghezze, ma Mortellaro è al quinto fallo e l’Urania potrà usufruire di un tecnico generosamente concesso dagli arbitri come il quarto fallo (a nostro modo) inesistente fischiato a Di Donato. È ancora lunga. Spanghero colpisce ancora e mette pressione, ma Rush in ombra fino a questo momento, sigla una tripla che potrebbe valere molto. Restano i secondi giusti per segnare da due e ribaltare il 62 – 63, ma non riusciamo a concretizzare e finisce così, con l’ennesimo punteggio amaro.

L’intera partita sarà trasmessa lunedì 6 gennaio 2020 in differita su Tele Blu (canale 72 del DTT) alle ore 21:00. Prossimo, fondamentale, appuntamento: domenica 12 gennaio 2020 alle 18:00 contro Orzinuovi.

Il tabellino
Allianz Pazienza Cestistica San Severo vs Unieuro Forlì: 62-63
(21-24, 18-12, 14-15, 9-12)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Delano Jerome Demps III 20 (3/6, 4/8), Marco Spanghero 19 (7/10, 1/3), Chris Mortellaro 8 (4/6, 0/0), Giacomo Maspero 5 (1/3, 1/3), Emidio Di Donato 4 (1/2, 0/2), Andrea Saccaggi 3 (0/2, 1/6), Nazzareno Italiano 3 (0/1, 1/2), Alberto Conti 0 (0/2, 0/2), Michele Antelli 0 (0/0, 0/0), Alessio Attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0), Simone Niro 0 (0/0, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0) – Coach: Damiano Cagnazzo.
Tiri liberi: 6 / 12
Rimbalzi: 37 10 + 27 (Emidio Di donato 11)
Assist: 10 (Marco Spanghero 6)

Unieuro Forlì: Maurice Watson Jr 13 (2/4, 2/4), Pierpaolo Marini 13 (2/4, 2/6), Jacopo Giachetti 11 (5/9, 0/2), Erik Rush 8 (1/5, 2/5), Davide Bruttini 6 (3/4, 0/0), Klaudio Ndoja 5 (1/3, 1/2), Lorenzo Benvenuti 4 (1/4, 0/1), Luca Campori 3 (0/0, 1/1), Danilo Petrovic 0 (0/0, 0/0), Kaspar Kitsing 0 (0/0, 0/0), Tommaso Oxilia 0 (0/0, 0/0) – Coach: Sandro dell’Agnello.
Tiri liberi: 9 / 15
Rimbalzi: 24 3 + 21 (Erik Rush 8)
Assist: 10 (Maurice Watson jr 4)

Testo e foto di copertina dal comunicato di Ciro Mancino, Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo.