Antonio Funiciello presenta “Il metodo Machiavelli” alla Ubik di Foggia

"Il potere tende a tracimare e a pretendere di essere il motore di ogni cosa. La più grande forza della democrazia liberale è concedere a tutti, nel rispetto delle leggi, la possibilità di non lasciarsi trascinare da quello straripamento"

0
119

Nella stanza dei bottoni, salvandosi l’anima, ecco il leader e il suo braccio destro. Il “dietro le quinte” del potere visto da vicino. L’autore e giornalista Antonio Funiciello presenta il suo libro.

“Il potere tende a tracimare e a pretendere di essere il motore di ogni cosa. La più grande forza della democrazia liberale è concedere a tutti, nel rispetto delle leggi, la possibilità di non lasciarsi trascinare da quello straripamento”. Parola di chi, da anni, convive con il potere. Lo guida, ne fa parte, lo organizza. Senza mai comparire in prima persona, prestando la propria professionalità, studiandolo, osservandolo. E, adesso, raccontandone il funzionamento: quel dietro le quinte che è la sostanza stessa del potere. Sabato 8 febbraio 2020 alle ore 18.30 l’autore Antonio Funiciello presenta il suo libro dal titolo Il metodo Machiavelli edito nel 2019 da Rizzoli, incontrando per la prima volta i lettori della Libreria Ubik di Foggia. Il suo libro, nelle parole di Marco Damilano, direttore de L’Espresso, è “Un atto d’amore verso la politica, una scelta controcorrente”. L’appuntamento è a cura del Centro Studi e Ricerche Diritto dell’AmbienteAntonio Cederna“. A conversare con l’autore, Saverio Di Jorio dopo l’introduzione di Michele Trecca.

Il metodo Machiavelli. Il leader e i suoi consiglieri, come servire il potere e salvarsi l’anima
I palazzi del potere, i corridoi, le anticamere, i salotti… chi, oltre ai leader e ai capi di Stato, abita questi spazi? Chi gestisce i flussi, di persone e di informazioni, in entrata e in uscita dagli studi dei potenti e dalle sale in cui si prendono le decisioni politiche? Chi aiuta, sostiene e a volte indirizza il leader nella sua quotidiana navigazione tra i marosi della politica nazionale e internazionale? Antonio Funiciello muove da queste domande, e dalla sua personale esperienza di chief of staff del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, per proporre un’analisi attenta e serrata del ruolo dei collaboratori, del consigliere e del braccio destro. Per farlo parte da molto lontano, dal primo staff della storia, quello dei dodici apostoli riuniti intorno alla figura di un leader-maestro unico nel suo genere, Gesù di Nazareth, e ci accompagna tra le pagine salienti che il più noto consigliere politico di tutti i tempi, Niccolò Machiavelli, ha dedicato al delicatissimo incarico di chi, nel senso nobile del termine, serve il potere e i potenti. Emerge così, tra aneddoti e ricostruzioni di molte vicende italiane e internazionali, un ritratto documentatissimo di diversi leader (da Roosevelt a Trump, da Blair a Macron) e di coloro che, avvolti nell’anonimato di chi lavora nell’ombra, ne hanno facilitato l’ascesa e l’opera, insieme a un vademecum che individua e fissa nel tempo i tratti e le caratteristiche del perfetto consigliere. Il metodo Machiavelli è una dichiarazione di amore per la politica, nella consapevolezza che esiste anche un “potere buono. I suoi soci sono la verità e il coraggio. Perché, per dirla col Machiavelli delle Istorie, ‘in questo guasto mondo’ di una politica e di un potere pavidi e fasulli non si capisce proprio cosa dovremmo farci”.

Antonio Funiciello è giornalista, scrittore e consulente aziendale, collabora con “Il Foglio” e “L’Espresso”. Laureato in filosofia, ha collaborato con Walter Veltroni e dal 2016 al 2018 è stato capo di gabinetto del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Testo e foto nel comunicato di Alessandro Galano
Ufficio Stampa e Organizzazione Eventi
Libreria Ubik di Foggia
Piazza Umberto Giordano, 76 – 71121 Foggia