La Allianz Pazienza mette la ‘quarta’ per la salvezza: prestazione super e Caserta superata

0
43
foto di Antonio Giammetta

Per centrare la salvezza, l’Allianz Pazienza ha messo la quarta. È quanto emerso dalla gara appena conclusa e vinta dalla Cestisitca: 86 – 77. Partenza a buoni livelli e ritmi per i “neri” soprattutto all’inizio del secondo quarto, quando il gioco è veloce, corale, letale. La ripresa è per cuori deboli con gli avversari che, per la prima volta vanno in vantaggio, ma ciò non intacca il punteggio finale, che premia un percorso, quello giallonero, in costante crescita. Guardando i numeri brillano le prestazioni di Ogide formato super, con 29 punti per lui, ma ci sono anche i 22 di Spanghero, i 15 di Demps, i 9 di Di Donato ed il carisma di tutti. Dunque, l’aver conquistato altri due punti fondamentali, contro una squadra che lotta per le stesse ambizioni sanseveresi, certifica il buon momento di forma degli uomini di Lardo concentrati e solidi dal primo all’ultimo minuto: un segnale importante perchè vuol dire che qualcosa, soprattutto a livello mentale, è cambiato.

«Qualche domenica fa – commenta il Direttore Sportivo Pino Sollazzo – per qualcuno eravamo già retrocessi, adesso invece la classifica racconta uno scenario diverso e ne siamo, profondamente, orgogliosi. È vero, oggi, non abbiamo conquistato la salvezza ed il campionato, specialmente la Serie A2, può svelare ancora tante insidie ed è per questo che non dobbiamo mollare la presa proprio ora. Di chi sono i meriti? Di tutti. Del nostro allenatore Lardo che ha rivitalizzato l’ambiente e dato fiducia a tutto il roster, ma credo che i veri protagonisti di questa clamorosa rimonta alla salvezza sono proprio i ragazzi. Non è stato facile superare alcuni momenti delicati, ma grazie all’unione dello spogliatoio ne siamo usciti più forti di ogni ostacolo. Festeggiamo, ma non ci esaltiamo anche perché tra tre giorni, Ravenna ci attenderà tra le sue mura per provare l’allungo in classifica».

La cronaca
Primo quarto – Lardo punta su Spanghero, Di Donato, Italiano, Demps e Ogide e Gentile si affida a Allen, Carlson, Hassan Turel e Cusin.  È un inizio contratto da entrambe le parti e deve sbloccarla Turel da tre, seguito dalla lunetta dall’americano Carlosn. Dall’altra parte è il capitano Di Donato a dare una scossa ai propri compagni che, con la bomba dalla lunghissima distanza e con il canestro ravvicinato di Ogide, riportano il punteggio in parità sul 5-5. Turel, ancora lui, è in partita e mette a segno la seconda tripla consecutiva, prontamente ribattuta da Marco Spanghero ed ancora da Hassan e ripresa nuovamente da Ogide. Adesso, il match è più vivace: si susseguono tiri su tiri e si gioca colpo su colpo. La media realizzata di Caserta è abbastanza alta: da notare le statistiche del numero 44 e 16 bianconeri e l’Allianz Pazienza deve rispondere con precisione, aggressività (ottimi i rimbalzi dei pivot sanseveresi) e calma letale agli attacchi dei suoi avversari. Fino a questo momento, ai “neri” non manca nulla, ma la partita è ancora lunga e gli uomini di coach Gentile non demordono. Bella partita: 25 – 24 il parziale del primo quarto.

Secondo quarto – Per vincere, l’ennesima gara importantissima c’è bisogno che l’Allianz Pazienza spinga forte sull’acceleratore ed è quanto succede in apertura. Prima Andy Ogide, poi Andrea Saccaggi e per concludere Demps firmano il 36 – 26 con due ciuft dalla lunghissima distanza, un arresto e tiro fulmineo dell’americano maglia numero 9. San Severo è a +10 nel secondo quarto ed è un segnale importante per i suoi tifosi, accorsi come sempre in tantissimi, al “Falcone e Borsellino”. Il rischio di chi sta vincendo può essere assumere un atteggiamento morbido in difesa, ma non è il caso dell’Allianz. A 4’ minuti alla fine del secondo quarto sul tabellone si legge: 41 per i padroni di casa e 27 per gli ospiti. Prima che Nando Gentile chiamasse il timeout, dopo un cost to cost con quasi tutto il roster “giallonero”, Michele Antelli fornisce un micidiale assist per Chris Mortellaro che mette a rete. È questa la Cestistica che tutti vogliono vedere, è questa la Cestistica che i tifosi stanno piacevolmente applaudendo: Caserta produce azioni stilisticamente belle, ma solo questo. Verso la fine, San Severo abbassa l’intensità e la JuveCaserta ne approfitta grazie alle giocate di Carlos e Cusin, recuperando punti importanti: clamoroso il canestro all’ultimo secondo da una posizione impossibile di Bianchi e al secondo quarto il punteggio è: 51 – 47.

Terzo quarto – Al ritorno sul parquet, Allen fa capire che Caserta è viva, ma Tre Demps risponde immediatamente. Anche Turel prova a far spaventare i tifosi “gialloneri”, ma sbaglia una schiacciata, così deve pensarci Allen a mettere a segno due triple consecutive per il primo vantaggio ospite. La Cestistica non è lucida come nei precedenti quarti: tante decisioni arbitrali stanno facendo discutere, ma non è il momento di abbattersi, piuttosto quello di compattarsi e Emidio Di Donato chiama a rapporto la squadra. 57 – 61 per i casertani al 17’. Non è possibile descrivere le emozioni di questo momento nel Palazzetto, ma i decibel sono più alti del previsto e, ad ogni azione di Caserta, si innalzano una bordata di fischi. Il calore del “sesto uomo” spinge l’Allianz a ripartire con il bel gioco e si conclude il terzo quarto sul punteggio di: 71 – 66. Sarà ancora lunga, ma le energie non mancano.

Ultimo quarto – Conoscete un pivot che segna da tre con una facilità da playmaker? Conoscete un pivot che conquista i palloni da ogni lato del parquet? Conoscete un giocatore in partita dal primo all’ultimo secondo? Si chiama Andy Ogide. È da lui che arrivano i punti più importanti e le azioni decisive del match. Se è vero che il numero 32 in casacca giallonera è l’ultimo a desistere, è altrettanto vero che i ragazzi di Nando Gentile non mollano e restano sempre nella scia “giallonera” con la convinzione di poter recuperare, addirittura andare in vantaggio e con gli arbitri che provano a metterci del proprio. 78 – 72 e mancano solo 4’. Una eternità. Il parziale, quando i minuti che restano sono solo 2, cambia: 80 – 72. L’Allianz incide ancora e Caserta è out. Quarta vittoria consecutiva per i nostri colori sul punteggio finale di: 86 – 77.

È appena finita la gara, ma il nuovo appuntamento è ravvicinato. Domenica 9 febbraio 2020 alle ore 18.00 si gioca contro Ravenna, prima in classifica.

Il tabellino
Allianz Pazienza Cestistica San Severo vs Sporting Club Juvecaserta: 86 – 77
(28-24, 23-23, 20-19, 15-11)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Andy Ogide 29 (8/11, 4/5), Marco Spanghero 22 (6/8, 3/5), Delano Jerome Demps III 15 (4/9, 2/4), Emidio Di Donato 9 (1/1, 2/2), Chris Mortellaro 6 (3/5, 0/0), Andrea Saccaggi 3 (0/0, 1/2), Michele Antelli 2 (1/1, 0/1), Nazzareno Italiano 0 (0/0, 0/0), Giacomo Maspero 0 (0/0, 0/2), Alessio Attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/0, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 4 / 9
Rimbalzi: 32 8 + 24 (Andy Ogide 12)
Assist: 28 (Delano Jerome Demps III 7)

Sporting Club Juvecaserta: Michael Carlson 17 (2/10, 2/4), Seth Edwin Allen 17 (3/4, 3/6), Mirco Turel 16 (0/0, 3/6), Norman Hassan 11 (4/5, 1/4), Marco Cusin 6 (2/3, 0/0), Tommaso Bianchi 6 (0/3, 2/3), Paolo Paci 4 (2/3, 0/0), Andrea Valentini 0 (0/1, 0/0), Marco Giuri 0 (0/0, 0/0), Alessio Iavazzi 0 (0/0, 0/0), Davide Mastroianni 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 18 / 21
Rimbalzi: 20 5 + 15 (Michael Carlson 8)
Assist: 11 (Seth Edwin Allen 6)

Testo dal comunicato di Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo