Corso di aggiornamento sul trattamento dell’insufficienza cardiaca a Foggia

0
68

Patrocinato dalla Società Italiana di Cardiologia il 28 e 29 febbraio 2020 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia, il corso di aggiornamento rivolto a farmacisti e medici cardiologi, internisti, geriatri, nefrologi, pneumologi e reumatologi: “Trattamento dell’insufficienza cardiaca“.

L’evento è stato accreditato al Ministero della Salute con il n. 2773-280614 ed ha ottenuto n. 8 crediti ECM per n. 100 partecipanti, rivolgendosi a medici di area interdisciplinare e farmacisti e perseguendo i seguenti obiettivi formativi: Documentazione clinica, Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza, profili di cura. Per l’ottenimento dei crediti ECM è necessario rispettare gli orari come da programma. Saranno certificati i crediti solo con il 100% di presenza in aula delle ore accreditate e il superamento del 75% dei quiz.

Razionale Scientifico
Lo scompenso cardiaco costituisce la principale causa di ospedalizzazione e una delle maggiori cause di disabilità nei pazienti di età superiore ai 65 anni. Nonostante i notevoli progressi terapeutici conseguiti negli ultimi anni, i pazienti affetti da scompenso cardiaco presentano una prognosi quad vitam estremamente sfavorevole. Nella storia naturale della patologia si può riscontrare un continuo peggioramento e frequenti riacutizzazioni a cui corrispondono nuovi ricoveri per insufficienza cardiaca ed un alto tasso di riospedalizzazione, richiedendo un grande assorbimento di risorse umane ed economiche.
Pertanto, l’industria farmaceutica, le università, gli istituti di ricerca scientifici tentano di convergere i loro sforzi verso la ricerca di nuovi target e di nuovi farmaci che possano ridurre le ospedalizzazioni e la mortalità e al tempo steso migliorare la qualità di vita dei pazienti. Inoltre sempre di più l’approccio ai malati di scompenso cardiaco sta diventando multidisciplinare nel tentativo di prevenire le riacutizzazioni o di rallentare la progressione della malattia attraverso il controllo di comorbilità importanti, quali diabete mellito, insufficienza renale, ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica cronica, broncopatia cronica ostruttiva ed anemia.
Quindi il congresso si prefiggerà di discutere dei nuovi farmaci nello scompenso cardiaco, del trattamento delle comorbilità di cui sopra nello scompenso cardiaco cercando di riportare nuove proposte di ricerca da sviluppare tra centri italiani affiliati alla Società Italiana di Cardiologia (SIC). Sarà rivolto a medici e farmacisti, tra i medici, oltre ai cardiologi, anche internisti, geriatri, nefrologi, pneumologi e reumatologi.

Informazioni alla Segreteria Organizzativa della Proeventi Srl.

brochure corso si aggiornamento

Testo, locandina e razionale scientifico
dal comunicato a firma di
Silvia Ciavarella
Executive Meeting per Proeventi Srl
info@proeventi.it
www.proeventi.it