Vieste, D.A.SPO. agli abusivi, ma nel mirino anche i parcheggiatori abusivi

0
42
Credits: quifinanza.it

Vieste è una delle prime Città pugliesi dove sono stati applicati i primi provvedimenti di D.A.SPO. urbano. L’ordine di “allontanamento coattivo” è stato disposto nei confronti dei trasgressori responsabili di violazioni del Regolamento di Polizia Municipale, riconducibili all’esercizio di vendita abusiva di articoli da mare sulle spiagge.

Si tratta dei risultati assicurati dall’attività di prevenzione e vigilanza condotta dall’Unità Operativa Spiagge Beach Patrol” istituita in seno alla Polizia Locale di Vieste ed incaricata dal Sindaco di intensificare i controlli sugli arenili, particolarmente richiesti nel periodo estivo e in attuazione della misura “Spiagge sicure”.

Nel corso delle ispezioni è stato operato il sequestro di articoli taroccati quali occhiali da sole, bracciali, collane, bigiotteria etnica, ma anche noci di cocco e comminato il Daspo ai sensi di Legge, qualificato come come “misura a tutela del decoro di particolari luoghi” che consente di allontanare chi commette violazioni individuate dal Nuovo Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Vieste, adottato nell’ottobre scorso.

In tale ambito il D.A.SPO.Divieto di Accedere alle manifestazioni SPOrtive – sarà decisivo per scongiurare il fenomeno tipicamente estivo dei parcheggiatori abusivi nei confronti dei quali si potrà giungere all’arresto nel caso di ripetute violazioni dell’allontanamento coattivo.

Testo nel comunicato stampa della Segreteria del Sindaco del Comune di Vieste.