Niente “Battiti” per l’estate 2020 della Capitanata

0
94
Credits: radionorba.it

Durante la scorsa estate vi abbiamo tenuti costantemente informati su tutti gli eventi musicali della provincia di Foggia, che siano stati concerti correlati alle mille sagre e feste patronali estive o rassegne musicali autonome. In questa estate così particolare, così silenziosa oserei dire, per ovvie ragioni non sono stati previsti eventi del genere e perfino quelli tanti attesi e meglio organizzati su suolo regionale sono stati annullati o modificati nell’assetto dello svolgimento. È questo il caso della nota trasmissione d’origine pugliese Battiti Live, che da diversi anni viene trasmessa, oltre che dalle reti Norba, anche sulle reti nazionali Mediaset, portando un po’ di orgoglio nostrano fuori dai confini regionali. La serie di concerti a tappe nelle più belle località della Puglia (e non solo) quest’anno non ci sarà, o meglio, ci sarà in versione rivisitata e corretta, purtroppo a parecchi chilometri dalla nostra provincia. La trasmissione si svolgerà infatti interamente nella cittadina di Otranto, con un pubblico di un centinaio di persone, debitamente distanziate ed ordinate nello spazio preposto per lo show.

Il fossato del castello di Otranto, location dell’evento Battiti Live 2020. Credits: norbaonline.it

Niente bagni di folla per i ragazzi, né foto con gli artisti sul retro del palco. Un’esperienza musicale soft per pochi eletti, che non rallegrerà il pubblico foggiano se non dagli schermi televisivi.
Ricordiamo che nel 2016 era stata proprio la nostra cittadina ad ospitarne il palco, con un buonissimo riscontro in fatto di pubblico. In un paese come San Severo, abituato a non avere certo estati particolarmente movimentate ed emozionanti, era stato un evento sicuramente da ricordare. A questa ha fatto seguito poi, nel 2019, la tappa di Vieste, anch’essa ricca di emozioni e colori.

25000 persone a San Severo nel 2016 per Battiti Live. Credits: NewsLocker

Anche se l’emergenza sanitaria ci sta dando una tregua e una parvenza di vita sociale sembra essere ripresa già da un po’, siamo ancora ben lontani dalla normalità e queste mancanze, in un tempo di vacanza e di relax, ce lo sottolineano ancor di più. Non ci resta che vederci lo spettacolo, ancora una volta, attraverso i nostri schermi e sperare che il 2021 ci porti un’estate in musica che possa riuscire a cancellare questa astinenza.

Francesca Prattichizzo