San Severo, fondi per la valorizzazione della Chiesa di San Severino e altri beni culturali

0
47

L’Amministrazione Comunale esprime grande soddisfazione per il prestigioso riconoscimento che la Città di San Severo ha riscosso agli esiti della graduatoria degli interventi di valorizzazione e fruizione dei Beni Culturali Ecclesiastici ammissibili a finanziamento, pubblicata recentemente dalla Regione Puglia, relativi all’Avviso pubblico per la selezione di interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale appartenente ad Enti Ecclesiastici. Sono risultati infatti ammissibili ben quattro progetti relativi ad altrettanti beni ecclesiastici della Città che, grazie alla loro buona collocazione in graduatoria, saranno finanziati. Si tratta, in particolare, dei seguenti progetti:

Laboratorio culturale di fruizione immersiva e interattiva per la valorizzazione della Chiesa Matrice di San Severino Abate e della storia delle origini della Città di San Severo, con un intervento di circa 990.000,00 euro per il restauro artistico delle superfici decorate interne e la creazione di sale di fruizione multimediale che permetteranno di ripercorrere, in modo innovativo, la storia del luogo di culto più antico e delle origini della Città di San Severo, progetto presentato dalla Parrocchia di San Severino Abate, con il gruppo di progettazione dell’arch. G. Candela, ing. V. D’Amico, ing. S. Ferrante e le restauratrici A.M. Riefolo e S. Lopopolo.

Restauro, valorizzazione e promozione di dipinti su tela e di statue lignee siti nella Chiesa Maria SS. della Libera e San Sebastiano, con un intervento di circa 198.000,00 euro, progetto presentato dalla Parrocchia di Maria SS. della Libera e San Sebastiano, con i progettisti Ulrica Lucera e Cesare Lucera;

Restauro conservativo ed estetico dell’organo a canne sito nella Chiesa di San Lorenzo, con un intervento di circa 198,933 euro, progetto presentato dalla Rettoria di San Lorenzo delle Benedettine, con i progettisti Ulrica Lucera, e Cesare Lucera;

Restauro conservativo ed estetico dell’organo a canne in cantoria nella Chiesa del Carmine, per un intervento di 200.000,00 euro, progetto presentato dall’Arciconfraternita del Carmine, con i progettisti Ulrica Lucera, e Cesare Lucera.

«È una tappa significativa ed importante in campo culturale ed artistico – dichiarano il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore alla Cultura Celeste Iacovino – che bene si inserisce nel percorso di crescita avviato da alcuni anni nella nostra Città. Anche alla luce del riconoscimento di San Severo Città d’Arte e dell’inoltrata domanda di San Severo Capitale della Cultura 2022 i percorsi di restauro, valorizzazione e promozione di alcuni nostri tesori rappresentano attestati formidabili della bontà dell’offerta storico–artistica e culturale della nostra San Severo. Gli interventi ammessi a finanziamento consentiranno così di potenziare significativamente l’offerta di fruizione culturale della Città di San Severo e della Diocesi».

Testo e fotografie nell’articolo nel comunicato dott. Michele Princigallo, Ufficio Stampa del Comune di San Severo.