Proroga blocco licenziamenti, sostegni a imprese e tutele ai lavoratori fino al termine della pandemia.

0
104
credits: flipboard.com

«In linea con quanto dichiarato dai Segretari Generali di CGIL, CISL e UIL, la UIL Foggia da un giudizio positivo della proroga della Cassa Integrazione fino al 31 dicembre. Tuttavia, si tratta di una decisione importante, ma non sufficiente».
A dichiararlo Gianni Ricci, Segretario Generale della UIL Foggia in relazione all’avvio della discussione sulla prossima manovra economica.
«La pandemia richiede misure straordinarie non soltanto dal punto di vista igienico-sanitario e di ordine pubblico. Condizione prioritaria è il blocco dei licenziamenti fino al termine della pandemia. Così come è indispensabile pensare ad una proroga  dei sostegni alle imprese e all’economia, della cassa Covid, delle ulteriori indennità e tutele in caso di disoccupazione», afferma Ricci che prosegue: «In Capitanata il Covid ha avuto un impatto devastante se pensiamo alle richieste di Cassa Integrazione e alle difficoltà che imprese e lavoratori hanno incontrato prima e dopo il lockdown anche per la lentezza che ha caratterizzato l’erogazione di aiuti e indennità. Perciò, in attesa di poter dare un giudizio completo sulla manovra economica, chiediamo uno sforzo e un’assunzione di responsabilità collettivi. Non è concepibile pensare di scaricare sulle famiglie e sui lavoratori, attraverso i licenziamenti, i costi della pandemia».

Dal comunicato del 19 ottobre a firma di Enzo Pizzolo, Responsabile Ufficio Stampa, UIL Foggia.