Il sollecito per la dotazione ai medici di Dispositivi di Protezione Individuale

0
188
credits: it.geosnews.com

Il Comitato Permanente per la Salvaguardia della Salute dei Cittadini dell’Alto Tavoliere della Puglia ha inviato in data 25 ottobre 2020 una pec alla Direzione Generale dell’ASL Foggia ed in copia, per conoscenza, al Comune di Torremaggiore e Regione Puglia avente come oggetto un sollecito formale per dotare i medici di medicina generale della Città di Torremaggiore e dell’intero Alto Tavoliere pugliese dei D.P.I. – Dispositivi di Protezione Individuale – per poter operare in modalità sicura.
«Riteniamo bizzarro che ad oggi non ci sia stata una programmazione sistemica e mirata finalizzata ad assicurare uno standard di tutela della salute dei Medici di Medicina Generale e della relativa utenza prima della campagna vaccinale anti-influenzale. La categoria ha già pagato un prezzo molto alto nella prima ondata di Covid-19 e riteniamo indispensabile cambiare rotta per evitare episodi spiacevoli, ma ampiamente prevedibili.
Già in data 12 ottobre 2020 la Sezione Provinciale di Foggia della F.I.M.M.G – Federazione Italiana Medici di Medicina Generale – aveva richiesto informazioni operative per questa tematica, ma ad oggi non si è mosso nulla. E questo non è accettabile per poter fronteggiare l’emergenza Coronavirus Covid-19 in modalità sicura. Richiediamo maggiore attenzione su questo tema ed una celerità di esecuzione degna di questo nome».
È quanto ha affermato il Presidente civico Michele Antonucci a nome dell’intero direttivo.

Testo dal comunicato del Direttivo del
Comitato Permanente
per la salvaguardia della Salute dei Cittadini
dell’Alto Tavoliere della Puglia
Sede Legale Via Francesco De Pasquale, 25
71017 Torremaggiore, Foggia