L’Allianz Pazienza è reattiva, ma Rieti si porta a casa il match.

0
325
Credits: Massimo Rinaldi, Kienergia NPC Rieti

Referto giallo per l’Allianz Pazienza Cestistica San Severo in terra reatina. Al “PalaSojourner” vincono gli amarantocelesti più solidi ed energici per: 70 – 64. Il copione del match ha raccontato una gara molto equilibrata e tattica nel primo tempo, come confermato anche dai due parziali: +4 San Severo alla prima frazione e +3 Rieti nella seconda. Dopo la pausa lunga, invece, i padroni di casa hanno spinto sull’acceleratore staccando gli avversari per dieci lunghezze per poi mantenere fino all’ultimo una verve realizzativa davvero ammirevole e portarsi a casa i due punti. Brava la Kienergia Rieti Basket che ha colpito con precisione e uno straripante atletismo nei momenti chiavi del match, soprattutto nel terzo e quarto quarto, testimoniato dagli ottimi rendimenti di Taylor, De Laurentis, Tommasini e Stefanelli.
Dalla sponda opposta, sull’impatto e la mentalità avuta, dall’inizio alla fine, dalla Cestistica c’è poco da recriminare poiché ha giocato con testa e cuore: ricordiamo che non è nemmeno partito per la trasferta laziale Marco Contento ancora alle prese con un fastidio muscolare alla schiena.

L’errore dei neri è il non essere riusciti a dare concretezza, efficacia e continuità ai suoi momenti migliori, forse per la stanchezza accumulata di domenica scorsa e la sfortuna di perdere Andre Jones all’ultimo quarto. Da rivedere, sono le percentuali da oltre l’arco, qualche sbaglio di troppo sotto canestro e la poca reattività nel recuperare le seconde palle. La sconfitta di questa sera insegna comunque qualcosa e dimostra quanto la pallacanestro e soprattutto questo Campionato siano imprevedibili.
L’ostacolo è sempre dietro l’angolo e non è concesso abbassare la guardia altrimenti squadre anche della stessa portata (come Rieti lo è per San Severo) possono ostacolare il percorso che, per la Cestistica, porta alla salvezza. Adesso, è importante guardare il bicchiere mezzo pieno, lavorare sulle imperfezioni, ripartendo dalle cose buone del primo tempo e dalle prestazioni rassicuranti di Jones, Ogide, Antelli e Di Donato. Serviranno prove di orgoglio per dimostrare di essere un roster completo, come lo è stato contro Pistoia, cercando di allungare per tutti i 40′ quanto di positivo è stato mostrato nella sfida odierna.

Adesso, il tempo per riprendersi dalle fatiche della contesa, purtroppo, è poco. All’orizzonte c’è la gara di domenica 6 dicembre alle 18.00 quando al “Falcone e Borsellino” arriverà Scafati – forse con Napoli – la squadra più forte del Campionato di Serie A2. Il risultato, almeno sulla carta, sembra già essere scritto, ma il basket è imprevedibile e potrebbe anche succedere che, come nella narrazione biblica, il piccolo Davide sconfigge il gigante Golia.

Il tabellino

Kienergia Rieti vs Allianz Pazienza Cestistica San Severo
70-64
(14-19, 20-13, 18-12, 18-20)

Kienergia Rieti: Steve Taylor 21 (7/9, 2/4), Quirino De laurentiis 15 (6/9, 1/1), Francesco Stefanelli 10 (2/7, 1/4), Claudio Tommasini 10 (3/4, 1/4), Dalton Pepper 8 (4/8, 0/3), Riziero Ponziani 4 (2/2, 0/0), Carlo Fumagalli 2 (1/2, 0/1), Giacomo Sanguinetti 0 (0/1, 0/3), Nikola Nonkovic 0 (0/0, 0/0), Davide Frizzarin 0 (0/0, 0/0), Milos Vujanac 0 (0/0, 0/0), Alessandro Sperduto 0 (0/0, 0/0) – Coach: Alessandro Rossi.
Tiri liberi: 5 / 15
Rimbalzi: 32 7 + 25 (Steve Taylor 9)
Assist: 17 (Giacomo Sanguinetti 6)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Andre Jones 16 (4/8, 2/3), Michele Antelli 14 (4/6, 0/3), Andy Ogide 11 (0/1, 3/10), Emidio Di donato 10 (2/4, 2/2), Simone Angelucci 5 (1/1, 1/4), Chris Mortellaro 4 (1/4, 0/0), Iris Ikangi 3 (0/1, 1/3), Filip Pavicevic 1 (0/1, 0/2), Edoardo Buffo 0 (0/0, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0) – Coach: Lino Lardo.
Tiri liberi: 13 / 17
Rimbalzi: 31 6 + 25 (Chris Mortellaro 10)
Assist: 8 (Michele Antelli 3)

Testo e fotografia nel comunicato del 3 dicembre 2020 di Ciro Mancino, Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo.