L.S.U. di Manfredonia, indispensabili percorsi specifici di confronto con il Ministero

0
66
credits: flickr.com

CGIL, CISL e UIL di Foggia: attivare dei percorsi specifici on line che vedano il coinvolgimento delle articolazioni ministeriali per trovare una soluzione per i 119 Lavoratori Socialmente Utili di Manfredonia.

È questa la proposta che è scaturita dal confronto tra il Prefetto, la Commissione Straordinaria del Comune di Manfredonia, la Regione Puglia, i rappresentanti di NIDIL-CGIL, CISL e UIL Foggia, Giovanni Tarantella, Carmine Guerra, Urbano Falcone, Stefano Borgomastro, Enzo Pizzolo e Cinzia Frattarolo.

«Nel corso dell’incontro il commissario straordinario, Vittorio Piscitelli, ha manifestato l’impossibilità per il Comune di Manfredonia di procedere oltre le 5 stabilizzazioni di Lavoratori Socialmente Utili. Un elemento che, seppur importante, non può bastare a dare serenità né a tutti gli altri idonei individuati nell’avviso pubblico, né a tutti e 119 gli L.S.U. di Manfredonia» – affermano Tarantella, Guerra, Falcone, Borgomastro, Pizzolo e Frattarolo che aggiungono: «Per questo, CGIL, CISL e UIL hanno chiesto al Prefetto di attivarsi per definire dei confronti specifici con funzionari ministeriali per definire la vertenza in un ambito più grande: regionale e nazionale. Prendiamo atto dell’intenzione manifestata dalla Regione Puglia di riconoscere un nuovo contributo una tantum di 4.700.00 euro per la stabilizzazione di ogni L.S.U. ma è ormai evidente che, senza un intervento specifico del Ministero, senza una programmazione pluriennale, la vertenza rischia di rimanere in fase di stallo. Per questo abbiamo chiesto il coinvolgimento del Ministero e abbiamo apprezzato la disponibilità del Prefetto di fare da punto di sintesi nella definizione di questo percorso innovativo. È un passo in avanti ed è buona notizia che, però dovrà essere consolidata dagli indispensabili passaggi istituzionali e da risultati concreti».

Inoltre, le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto al Commissario Straordinario Piscitelli di avviare un confronto anche con il Presidente di ASE relativamente agli L.S.U. che prestano la propria attività lavorativa nel Consorzio.

Nel comunicato del 13 aprile 2021 a firma del Responsabile dell’Ufficio Stampa di UIL Foggia.