La cura Bechi funziona davvero e l’Allianz abbatte la capolista Forlì.

0
169
credits: Antonio Giammetta da cestisticasansevero.com

Avere una reazione di orgoglio in casa contro la capolista e ritornare a vincere per il morale e per conquistare i due punti che non arrivavano ormai da troppo tempo. Basterebbero soltanto questi semplici motivi per comprendere l’importanza del successo dell’Allianz Pazienza Cestistica San Severo sull’Uniero Forlì Basket: 85 – 70 è il risultao finale. Una vittoria, quella sanseverese, pesante e raggiunta con voglia, caparbietà e dedizione grazie al contributo di un roster, finalmente, affamato e concentrato fino alla conclusione.


I neri hanno continuato a dare segnali positivi già ampiamente visti nella sfida contro Ferrara, solo che questa sera – domenica 18 aprile 2021, ndr – per gli uomini di Bechi, tutto è andato per il verso giusto: dalla verve sotto canestro, alla precisone dei tiri e nei passaggi, dalla dedizione in difesa, alla doppia cifra di Ogide (25 per lui, mvp del match) Clarke, Contento e Ikangi.
Dall’altra parte, Forlì giocava con la matematica certezza del primo posto, arrivando a San Severo forse con troppa sicurezza, ma ciò non deve ridurre l’importanza del trionfo giallonero, perchè l’Allianz ha dimostrato carattere e orgoglio: il tabellone finale recita finalmente la giusta ricompensa per un lavoro costante.

Il riassunto

Quintetto confermato per coach Luca Bechi: Contento, Clarke, Ikangi, Ogide e Maganza, mentre Dell’Agnello cambia e schiera: Roderick, Rodriguez, Natali, Landi e Bolpin. Non è una prima frazione spumeggiante. A prevalere, infatti, sono soprattutto le difese, anche se dal primo time-out chiesto dall’allenatore di Forlì sul 12 – 3 emerge che l’Allianz, almeno per il momento, produce di più. Per San Severo buona attenzione in fase di non possesso e se non fosse per qualche tiro di troppo sbagliato dalla lunetta e sotto canestro, il punteggio sarebbe anche più ampio. L’Unieuro non spinge e molti sono i suoi errori. Il primo parziale fa registrare: 18 – 11.
Partiamo da un dato: 31 – 16 quando sul tabellone i minuti alla fine della seconda diecina sono 6 fa significare che la Cestistica continua il suo percorso fatto di canestri importanti – quelli di Ikangi, Contento, Mortellaro, Ogide – e di una difesa rocciosa come non mai. Di contro c’è sempre la capolista, quindi attenzione a non abbassare la guardia, perchè cullarsi del vantaggio sarebbe deleterio. L’atteggiamento degli uomini di Bechi però non lascia dubbi: niente cali di tensione, piuttosto punti ed abbastanza per ora: 48 – 32 è il secondo parziale.
Al ritorno dallo spogliatoio, senza giri di parole contro la prima della classe, le statistiche certificano un’Allianz granitica che, forse per la prima volta, gioca divertendosi e facendo divertire. Dall’altra parte, invece, poco o nulla per una squadra che, onestamente, non ha nulla più da dimostrare al campionato. Oggi, però, sul parquet del “Falcone e Borsellino” c’è solo una squadra in campo: l’Allianz Pazienza e dell’Agnello per non perdere ulteriore terreno chiama la sospensione sul 66 – 40. Il terzo parziale recita: 69 – 45.
Nella quarta frazione solo un errore la Cestistica ora può commettere: guardare il tabellone e fermarsi, ma ciò non può accadere. Se si resta concentrati, dopo tante sconfitte, si porteranno a casa i due punti altrimenti ridare fiducia a Forlì, sarebbe un azzardo. San Severo riprende il cammino grazie alla tripla di Marco Contento che riporta San Severo sul +18. L’Unieuro non molla, ma l’Allianz ha fame, fame di vittoria e finalmente il tabellone sorride ai gialloneri: 85 – 70.

La soddisfazione arriva anche dalla dirigenza: «I ragazzi hanno dato continuità alla prestazione di Ferrara e centrato il meritato premio: la vittoria» – spiega il main sponsor Vittorio Pazienza. «Coach Bechi ha dimostrato di essere come uno chef che ha messo insieme i suoi ingredienti per un piatto interessante ed infatti abbiamo battuto la capolista Forlì e siamo felici anche perché, indipendentemente dal nostro risultato, la sconfitta della Stella Azzurra a Chieti ci ha permessi di entrare nel girone Blu e di scongiurare il Nero. È giusto esser contenti, ma ancora non abbiamo centrato il nostro obiettivo e bisogna mantenere sempre alta la concentrazione. Occorreva ritrovare la fiducia nei propri mezzi e ci siamo riusciti. Volevamo la vittoria e l’abbiamo ottenuta! Adesso con la scintilla che è arrivata proviamo a strappare, in casa nostra, altri due punti contro gli abruzzesi e poi, con lo stesso spirito tanto apprezzato questa sera, andiamo a giocarci il girone Blu con la certezza di poter mettere in difficoltà chiunque».

L’ultimo recupero di Campionato per la Cestistica è previsto per mercoledì 21 aprile 2021 con salto a due alle ore 21.00 contro la Lux Chieti Basket 1974.

Il tabellino
Allianz Pazienza Cestistica San Severo vs Unieuro Forli Basket 1974
85 – 70
(18-11, 30-21, 21-13, 16-25)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Andy Ogide 25 (8/11, 2/5), Marco Contento 18 (3/3, 2/6), Rotnei Clarke 14 (3/6, 2/2), Iris Ikangi 11 (1/4, 3/7), Marco Maganza 6 (2/2, 0/0), Emidio Di donato 5 (1/2, 1/3), Michele Antelli 4 (2/3, 0/2), Chris Mortellaro 2 (1/1, 0/0), Simone Angelucci 0 (0/1, 0/1), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Michele Guida 0 (0/0, 0/0), Simone Franciosi 0 (0/0, 0/0) – Coach: Luca Bechi.
Tiri liberi: 13 / 20
Rimbalzi: 35 6 + 29 (Andy Ogide, Marco Maganza 9)
Assist: 17 (Iris Ikangi 4)

Unieuro Forli Basket 1974: Terrence Roderick 21 (6/8, 2/5), Jacopo Giachetti 13 (2/8, 2/2), Aristide Landi 11 (0/2, 3/8), Nicola Natali 7 (2/4, 1/3), Davide Bruttini 6 (2/4, 0/0), Yancarlos Rodriguez 5 (1/4, 0/2), Luca Campori 4 (2/4, 0/1), Riccardo Bolpin 3 (0/2, 1/1), Benjamin babacar Ndour 0 (0/0, 0/0), Samuel Dilas 0 (0/0, 0/0), Giulio Zambianchi 0 (0/0, 0/0) – Coach: Sandreo Dell’Agnello.
Tiri liberi: 13 / 15
Rimbalzi: 22 2 + 20 (Riccardo Bolpin 5)
Assist: 9 (Riccardo Bolpin 5)

Testo nel comunicato del 18 aprile 2021 di Ciro Mancino, Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo.