Anticorpi sociali come antidoto a disagio e devianza.

0
77
credits: adolescienza.it

Quali anticorpi sociali é necessario attivare come antidoto al disagio ed alla devianza: questo il tema al centro dell’incontro tenutosi lunedì con il Tribunale per i Minori, l’Ufficio del Garante dei Minori e il Dipartimento di Giustizia Minorile.

Lunedì 13 settembre 2021 si è tenuto a San Severo un tavolo tecnico in materia di disagio e devianza minorile a cui ha presenziato Giuseppe Del Grosso, Giudice Onorario del Tribunale per i Minorenni ed in rappresentanza dell’Ufficio Garante dei diritti del minore, Giuseppe Tucci, Responsabile Ufficio Servizio Sociale Minorenni del Ministero della Giustizia – Dipartimento Giustizia Minorile.
Erano presenti anche Elisabetta Liuzzi, Coordinatrice del Servizio Sociale del Comune di San Severo, Rita Pacillo e Gabriella Gaggiano, Psicologa ed educatrice del Servizio “Psico-Educativo” del Servizio Sociale del Comune di San Severo, Francesco Rizzitelli, Dirigente del Settore Servizio Sociale e Simona Venditti, Assessore alle Politiche Sociale e Presidente per delega del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito “Alto Tavoliere”.

L’incontro ha avuto l’obiettivo di individuare le modalità operative per intensificare i livelli di cooperazione interistituzionale, cercando modelli d’intervento concreti ed efficaci. A tal uopo, durante l’incontro si è analizzato congiuntamente il contesto cittadino ed indagate le cause del disagio giovanile e della devianza minorile: sono stati analizzati i dati relativi ai procedimenti a carico dei minorenni, analizzate le misure ed i servizi attivi per il contrasto alla devianza, nonché i più diffusi fenomeni di disagio ma soprattutto le risorse presenti sul territorio al fine di attivarli come “anticorpi” necessari per contrastarli.
L’incontro ha aperto la stagione di confronto che l’Assessorato alle Politiche Sociali sta organizzando per confrontarsi ed interrogarsi insieme al territorio (Consulta delle Associazioni, Agenzie Educative, aggregazioni sociali, associazioni diocesane, singoli cittadini, ecc.) su strumenti di reazione e contrasto al disagio ed alla devianza ma soprattutto su come ristabilire un’alleanza educativa tra coloro che a vario titolo svolgono funzioni educative nella comunità e dunque, su come individuare modelli educativi condivisi.

«Dobbiamo passare da una logica di responsabilità genitoriale ad una logica di responsabilità educativa – dichiarano il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore alle Politiche Sociali Simona Venditti – in cui i ragazzi passano dall’essere figli dei singoli a figli dell’intera comunità cittadina. Solo questa ritrovata alleanza e senso di comunità può invertire il percettibile disagio manifestato dai minori e dai giovani. È tempo che gli adulti si confrontino e si interroghino anche con le stesse realtà giovanili per individuare in modo condiviso strategie comuni ed azioni efficaci».

Testo nel comunicato del 15 settembre 2021 a firma del dott. Michele Princigallo, Ufficio Stampa del Comune di San Severo.