Aggressione all’ospedale Tatarella di Cerignola: situazione grave.

0
53

Giorgione: occorre intervenire subito a tutela di tutto il personale.

«Chi opera a tutela della salute pubblica non può farlo a rischio della propria stessa vita». È questo il commento del Segretario Generale UIL FPL Foggia, Gino Giorgione, alla notizia dell’ennesima aggressione subita da operatori del Pronto Soccorso dell’Ospedale “Tatarella” di Cerignola.

«Ci troviamo a commentare un nuovo, ulteriore fatto increscioso avvenuto in un nosocomio spesso teatro di eventi di questo tipo negli ultimi anni. Al di là della ferma condanna di un gesto tanto balordo, quanto insensato e della piena solidarietà agli operatori del Pronto Soccorso, è evidente che si è travalicato ogni limite» – afferma Giorgione che prosegue: «Tanti appelli fatti da questa organizzazione sindacale sono caduti nel vuoto. Mi chiedo, polemicamente,  se per aumentare le condizioni di sicurezza di medici e personale sanitario è necessario che scappi il morto. Quanto è successo qualche giorno è il segnale di uno stato di cose che è ben oltre la soglia di guardia».

Il Segretario Generale UIL FPL Foggia preannuncia, perciò, l’intenzione di «chiedere un confronto urgente con la Direzione Sanitaria allo scopo di comprendere quali azioni implementare immediatamente a tutela di medici e personale sanitario dell’Ospedale Tatarella».

Testo nel comunicato del 20 settembre 2021 da Enzo Pizzolo, Responsabile dell’Ufficio Stampa di UIL Foggia.