Il punteggio premia Pistoia, ma il bilancio dell’Allianz in Supercoppa è positivo.

0
40

L’Allianz Pazienza termina il suo cammino di Supercoppa LNP Old Wild West. Nel lunch match di Lignano è la Giorgio Tesi Group Pistoia Basket ad aggiudicarsi le semifinali della competizione: 81 – 71 il finale. La Cestistica è entrata in partita con l’impatto giusto per poi sciogliersi completamente nel secondo quarto subendo un handicap di 16 punti che, di fatto, ha condizionato l’andamento delle successive frazioni sebbene l’atteggiamento encomiabile dei neri nell’ultimo quarto senza l’apporto di Sabin. I meriti, però, sono anche di Pistoia guidata da coach Brienza efficace in attacco (Johnson 21, Saccaggi 18, Magro 12 e Riismaa 10) e tenace difensiva.

Tralasciando ciò che la gara odierna ha raccontato, per la Cestistica il bilancio del torneo appena concluso può ritenersi assolutamente soddisfacente. Nella prima partita contro Nardò, all’esordio assoluto, ad eccezione del primo quarto, i neri sono rimasti in partita fino all’ultimo, nonostante i leccesi spingessero forte sull’acceleratore: lo spirito di San Severo mai domo si è successivamente ripetuto anche nelle altre due gare, vinte con forza e determinazione contro Fabriano e Chieti. Oltre ai due punti, la squadra di coach Luca Bechi ha avuto l’occasione di misurarsi con avversari di pari livello e sperimentare non solo la tenuta fisica ed il minutaggio, ma anche e soprattutto l’amalgama di un gruppo che cresce sempre di più. I presupposti – lo dicono i numeri e le attitudini di tutto il roster – ci sono al netto di una squadra che conta numerosi giovani ed alcuni senza nemmeno un minuto in Serie A.

La gara

Brienza manda sul parquet Saccaggi, Wheatle, Riismaa, Johnson e Magro e coach Bechi risponde affidandosi a Sabatino, Sabin, Bertini, Serpilli e Moretti. In apertura è San Severo a padroneggiare in attacco con le conclusioni vincenti di Michele Serpilli. Dopo aver messo in cascina sei punti, l’Allianz ha la possibilità di incrementare il vantaggio, ma sbaglia tiri facili ed è superficiale nelle azioni successive. Bechi se ne accorge e richiama agli ordini i suoi sul punteggio di 11 – 6 per i biancorossi. I dovuti accorgimenti tattici del capo allenatore sanseverese fruttano 7 punti (Moretti e la tripla del baby Chiapparini) ed il distacco tra le due formazioni è di -5: 18 -13.
Quando sembra che la Cestistica ritrova l’entusiasmo e i punti giusti per avvicinarsi all’avversario, la Giorgio Tesi Group Pistoia prende il sopravvento, si compatta, gioca di squadra e con azioni di qualità manda a +11 i sanseveresi. Il tabellone del secondo quarto: 41–25 racconta l’andamento della frazione appena conclusa: un’Allianz insufficiente da ogni parte del parquet, anche dalla lunetta, mentre Pistoia è impeccabile in attacco (Saccaggi e Johnson a quota 10) ed impenetrabile in difesa.
C’è tanto da rivedere per i neri, tuttavia non manca il tempo necessario per invertire la rotta. Tripla di Serpilli, fallo antisportivo fischiato a Moretti, due liberi segnati da Riismaa, penetrazione vincente di Sabatino. Si apre in modo frenetico il terzo quarto che palesa possessi veloci e senza sosta. Sotto la plance Magro fa la differenza, Saccaggi è particolatamente ispirato e San Severo è in netta difficoltà: 70 – 52.
L’ultima decina serve per constatare la tenuta psicologica dei neri reattivi nel recuperare punti importanti e ad aggiornare le statistiche personali e collettive, ma senza poter contare sull’apporto di Ty Sabin in panca molto probabilmente per un problema al braccio. Tra i numeri dei gialloneri, spiccano i rendimenti di Serpilli 18, Sabin 16 e Berra 10 che non è bastato ad arrestare una buonissima Tesi Group poco lucida soltanto nei minuti finali. Finale: 81 – 71.

Credits: LNP foto/Ciamillo-Castoria

Il tabellino

Giorgio Tesi Group Pistoia Basket
vs Allianz Pazienza Cestistica San Severo

81 – 71
(18-13, 23-12, 29-27, 11-19)

Giorgio Tesi Group Pistoia Basket:
Jazz Johnson 21 (3/5, 3/7), Lorenzo Saccaggi 18 (6/7, 1/3), Daniele Magro 12 (6/8, 0/0), Joonas Riismaa 10 (1/3, 2/6), Angelo Del chiaro 8 (4/6, 0/0), Carl Wheatle 5 (1/3, 0/0), Gianluca Della rosa 5 (1/2, 1/4), Milos Divac 2 (1/2, 0/0), Gregorio Allinei 0 (0/0, 0/2), Simone Caglio 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 14 / 15
Rimbalzi: 31 5 + 26 (Angelo Del chiaro 8)
Assist: 20 (Lorenzo Saccaggi, Gianluca Della rosa 5)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo:
Michele Serpilli 18 (3/3, 4/7), Ty Sabin 16 (2/6, 3/10), Gabriele Berra 10 (0/1, 3/7), Matteo Piccoli 8 (2/2, 1/2), Samuele Moretti 6 (2/3, 0/0), Antonino Sabatino 6 (2/6, 0/0), Matteo Chiapparini 3 (0/1, 1/3), Lorenzo Tortu 2 (0/4, 0/0), Tommaso De gregori 2 (1/2, 0/0), Alessandro Bertini 0 (0/0, 0/1), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Antonio mario Miale 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 11 / 17
Rimbalzi: 23 5 + 18 (Michele Serpilli 8)
Assist: 15 (Samuele Moretti 5)

Conclusa la Supercoppa è tempo di concentrarsi sul campionato. Al “Falcone e Borsellino” domenica 3 ottobre 2021 alle ore 18:00 arriva la corazzata Givova Scafati degli ex Rotnei Clarke ed Iris Ikangi. Oltre a farsi trovare pronta, la speranza è di vedere l’Allianz Pazienza con il roster a completo grazie all’arrivo di Keron Deshields.

Testo e fotografia in copertina nel comunicato di Ciro Mancino, Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo.