Nel costante equilibrio la spunta Chiusi, un peccato per una bella Cestistica…

0
56

Uno svantaggio ampio, forse troppo, quello che il match ha raccontato. Dalla trasferta in toscana, l’Allianz Pazienza ritorna senza bottino pieno ed è Chiusi ad aggiudicarsi la seconda giornata di campionato per: 84 – 71.
La gara ha viaggiato sui binari dell’equilibrio per quasi tutto l’arco dei 40 minuti, destinata a prendere una direzione solo nei minuti finali. A testimoniare i tratti bilanciati della sfida è stato il continuo botta e risposta generato dalle due squadre in campo, che sin dalle prime battute non hanno lesinato in energia e sforzo corale, salvo purtroppo un finale di partita che ha visto protagonista i padroni di casa guidati da coach Giovanni Bassi più lucidi e cinici, in grado di azzannare il match e farlo suo, soprattutto con gli incontenibili americani Medford (17) e Wilson (31).


A questi numeri assolutamente fuori dall’ordinario, l’Allianz ha risposto e non si è mai arresa e l’ha fatto con l’atteggiamento giusto e canestri di qualità. Peccato solo per le percentuali pessime dalla lunetta, per qualche rimbalzo non preso che è costato punti subiti nel finale di terzo quarto e per alcune palle perse con troppa superficialità. Le note positive arrivano altresì dai tre giocatori a chiudere in doppia cifra: in testa guida l’ottima prova di Lorenzo Tortù con 19 punti messi a segno, seguito dai 18 di Ty Sabin e dagli 11 di Deshields.

Per gli uomini di coach Bechi è la seconda sconfitta consecutiva, anche se doverosa è la precisazione di aver giocato in trasferta – così come accadrà la prossima settimana a Fabriano – contro un roster sulle ali dell’entusiasmo per l’inizio da applausi e la prima partita, seppur giocata in casa contro Scafati ritenuta la concorrente numero uno per il salto di categoria. Tutto, quindi, è parte del percorso di crescita di questi ragazzi anche, ahinoi, una sconfitta.

La gara

Coach Giovanni Bassi conferma Musso, Medford, Pollone, Wilson e Ancellotti mentre coach Luca Bechi finalmente può schierare dal primo minuto i due americani contemporaneamente: Deshields, Sabin, Piccoli, Serpili e Moretti. Primi due minuti non brillantissimi, tuttavia la partita diventa vivace con le due squadre brave a macinare azioni e competere punto a punto. Meglio la partenza di San Severo con la bella tripla di Michele Serpilli servito da Samuele Moretti lesto nel recuperare un rimbalzo importante nell’azione precedente dell’Umana. Successivamente è Chiusi a prendersi la scena, grazie alle realizzazioni degli americani e la bomba di Musso per poi ancora l’Allianz che si rivede con Deshields e le due realizzazioni da lontanissimo di Lorenzo Tortù. Il finale del primo quarto recita: 20 – 19.
Chiusi si affida solo ed unicamente alle mani di Wilson già 10 punti per lui, mentre la prova della Cestistica è più corale. Nel secondo quarto, per i gialloneri, mentre Tortù gioca una prestazione convincente, la nota dolente per coach Bechi è Ty Sabin fin qui marcato a uomo e non ancora entrato nel vivo delle azioni. Dall’altra parte, i biancorossi restano comunque in vantaggio sebbene manchi ancora la sterzata decisiva per allontanarsi della Cestistica che rimane in scia con i tiri da tre del baby Bertini, Piccoli e di Sabin. Proprio gli ultimi tre punti sono arrivati dopo un recupero di palla clamoroso ad opera del capitano giallonero, a dimostrazione di quanto tutti gli uomini sanseveresi abbiano la determinazione giusta per provare a vincere la gara. Il secondo quarto, come la prima frazione, si conclude con due realizzazioni da entrambi i roster in pochissimi secondi: 36 – 34.
Si ritorna sul parquet ed è un’Allianz bellissima viste le due realizzazioni da più di otto metri di Ty Sabin e Serpilli che certificano il vantaggio giallonero: 39 – 40. Poi San Severo perde i duelli individuali sotto canestro, che avvantaggiano Ancellotti e Pollone e che riportano Chiusi in vantaggio e al conseguente time-out chiesto da Bechi. Il match continua ad essere un sali e scendi di emozioni e nel costante equilibrio, ma è sempre l’Umana Chiusi Basket a prevalere, ancora una volta sotto canestro recuperando rimbalzi fondamentali: 62 – 53 è il terzo finale di gara.
In apertura dell’ultimo quarto, Wilson è a quota 29 punti, una delle migliori prestazioni della sua carriera. Se ai numeri assolutamente fuori dall’ordinario si unisce la prestazione dell’altro americano Medford e di Fratto, per San Severo tutto diventa complicato, anche se la squadra non si arrende e si aggrappa al suo di americano, Ty Sabin. In difesa, però, Moretti soffre i centimetri dei pivot avversari e l’Umana segna punti facili facili utilissimi soprattutto a meno di 5 minuti da giocare. Ora la gara è avvincente: Piccoli riporta i suoi a soli cinque lunghezze di svantaggio, Criconia risponde e segna da sotto canestro, ancora una volta Sabin da tre punti per il -6 e poi sempre Criconia da lontanissimo ed infine il fallo più canestro su Medford che, forse, sanciscono la fine del match. La certezza arriva con la sirena finale sul punteggio di: 84 – 71 per Chiusi.

Per l’Allianz altra trasferta insidiosa al “Pala Baldinelli” di Osimo, domenica 17 ottobre 2021 alle ore 18:00 contro la Ristopro Fabriano guidata da coach Lorenzo Pansa.

Il tabellino

Umana Chiusi San Giobbe Basket
vs Allianz Pazienza Cestistica San Severo

84 – 71
(20-19, 16-15, 26-19, 22-18)

Umana Chiusi San Giobbe Basket: Jeremiah Wilson 32 (12/14, 2/3), Lester Medford 17 (4/12, 1/2), Francesco Fratto 11 (5/6, 0/3), Luca Pollone 6 (2/3, 0/4), Bernardo Musso 6 (0/2, 2/3), Martino Criconia 5 (1/2, 1/2), Andrea Ancellotti 4 (2/3, 0/0), Lorenzo Raffaelli 3 (1/2, 0/1), Nicola Mei 0 (0/0, 0/1), Leonardo Biancotto 0 (0/0, 0/1), Luca Possamai 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 12 / 24
Rimbalzi: 35 10 + 25 (Jeremiah Wilson 12)
Assist: 13 (Lester Medford 5)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Lorenzo Tortu 21 (5/10, 2/4), Ty Sabin 18 (0/5, 5/13), Keron Deshields 10 (5/10, 0/1), Matteo Piccoli 6 (1/3, 1/1), Michele Serpilli 6 (0/3, 2/5), Samuele Moretti 5 (2/4, 0/0), Alessandro Bertini 3 (0/1, 1/1), Antonino Sabatino 2 (1/1, 0/0), Gabriele Berra 0 (0/0, 0/1), Tommaso De gregori 0 (0/1, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Matteo Chiapparini 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 10 / 18
Rimbalzi: 34 13 + 21 (Lorenzo Tortu 9)
Assist: 11 (Lorenzo Tortu 4)

Foto: Cesare di Sanno

Testo e fotografia in copertina nel comunicato di Ciro Mancino, Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo.