Foggia, Chiara Gamberale presenta “Il grembo paterno”.

0
52

Sabato 6 novembre 2021 alle ore 18.30 nell’Auditorium della Biblioteca di Foggia “La Magna Capitana” l’incontro con una delle scrittrici più amate e lette in Italia per la rassegna “Fuori gli Autori… Continua”.

“Posto misterioso, santo e maledetto”. Lo definisce così l’autrice, una delle penne più amate della narrativa italiana, secondo molti giunta al suo libro più ispirato, in grado di portarla ad affrontare il suo Grande Fantasma – riprendendo le recenti parole dell’autore e critico Walter Siti. Sabato 6 novembre, alle ore 18.30, nell’auditorium della Biblioteca “La Magna Capitana” la scrittrice Chiara Gamberale incontra i lettori per presentare il suo nuovo romanzo dal titolo Il grembo paterno (Feltrinelli, 2021) inserendo Foggia tra le primissime tappe del suo tour nazionale iniziato lo scorso 27 ottobre nella città Roma.
Anche questo incontro rientra nella rinnovata rassegna Fuori Gli Autori… Continua, organizzata insieme con libreria Ubik di Foggia, Provincia di Foggia e patrocinata da Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese. L’ingresso all’evento è libero, fino a esaurimento posti (green pass obbligatorio). Inoltre, l’attrice Elettra Mallaby, che sta accompagnando la scrittrice nel suo book tour italiano, leggerà alcuni brani tratti dal romanzo.

Il grembo paterno
Feltrinelli, 2021
Dov’è che impariamo ad amare? Com’è che ci s’ammala dentro, com’è che si guarisce? Ci sono persone che, quando le incontriamo, “ci bussano al sangue” e Adele, quando incontra Nicola, è certa di avere trovato la persona con cui sentirsi finalmente intera. Ma Nicola è legato da un patto antico a un’altra donna, con lei ha due figli, mentre Adele cresce sua figlia da sola, dopo una vita di sfide e fughe che pare incastrarla in un’eterna adolescenza.
Quando l’intesa con Nicola comincia a vacillare, proprio quell’adolescenza le chiede, prepotente, ascolto. Così, in una notte fatale, che segnerà per sempre il destino dell’umanità, Adele torna come in sogno al paese dove è nata, marchiata da un soprannome, Senzaniente, che è pesato sulla sua famiglia perfino dopo che il padre, Rocco, ha sfidato la miseria e conquistato il benessere.
La storia fra Adele e Nicola s’intreccia allora alla storia di Adele e suo padre, in una spola sempre più serrata fra passato e presente, dove quello che ci è stato tolto quand’eravamo bambini rischia di diventare l’unica misura di quello che il mondo ci potrà offrire.
Fra medici che dovrebbero curare e invece mettono in pericolo, una donna che guarda dalla finestra il capodanno degli altri e un’altra che danza con uno straccio, nessuno degli indimenticabili personaggi di questo romanzo riesce a tenere stretto quello che è convinto di desiderare, mentre l’intrinseca violenza delle relazioni si mescola alla loro intrinseca dolcezza. E una televisione sempre accesa si prende gioco dello sforzo di tutti di credere alla propria esistenza.
Chiara Gamberale scende all’origine delle nostre domande sull’amore, in quella terra scoscesa dove abbiamo cominciato a essere la persona che siamo, per regalarci le sue pagine più potenti, commosse e ispirate.

Chiara Gamberale
È nata nel 1977 a Roma, dove vive. Con Feltrinelli ha pubblicato Per dieci minuti (2013), Adesso (2015), le nuove edizioni de La zona cieca (premio Campiello Giuria dei letterati 2008) e dell’opera d’esordio Una vita sottile (1999; 2018), L’isola dell’abbandono (2019). Ha scritto, fra gli altri, Le luci nelle case degli altri (2010) e Qualcosa (2017). I suoi libri sono tradotti in sedici paesi. È autrice e conduttrice di programmi televisivi, radiofonici, come “Io, Chiara e L’Oscuro” e del podcast “Gli Slegati”. Collabora con “La Stampa”, “7 Corriere della Sera” e “Donna Moderna”. Ha ideato e dirige il Festival Procida Racconta.

Nel comunicato di Alessandro Galano, Ufficio Stampa e Organizzazione Eventi.
Libreria Ubik di Foggia
Piazza Umberto Giordano, 76 – 71121 Foggia
tel. 0881 587853
mail: libreria@ubikfoggia.it