Solidarietà alle comunità di Capitanata colpite dalla nuova escalation criminale.

0
97

«In questo inizio di anno che ha registrato l’ennesima terribile, cruenta escalation criminale esprimiamo la nostra solidarietà e la nostra vicinanza alle comunità di Foggia, San Severo e di tutta la Capitanata».
La riflessione, in relazione ai recenti fatti di cronaca, porta la firma di Maurizio Carmeno, Carla Costantino e Gianni Ricci, Segretari Generali dì CGIL, CISL, UIL Foggia.
«È una fase molto delicata per tutto il territorio di Capitanata ma non bisogna demordere. Per questo siamo davvero lieti della visita del Ministro Lamorgese e, al tempo stesso, il nostro auspicio è che ci sia presto un ulteriore punto di svolta nella lotta alla criminalità organizzata di Capitanata», affermano Carmeno, Costantino, Ricci che concludono: «Occorre dare seguito finalmente al potenziamento degli organici delle Forze dell’Ordine, all’istituzione della Corte d’appello e della DDA, così come è necessario che tutte le istituzioni assieme alle forze sociali e alla società civile spingano affinché vengano rimosse quelle condizioni di ordine economico e sociale in cui la criminalità prospera e si alimenta, facendo diventare la Capitanata il fanalino di coda delle province italiane.
Come CGIL-CISL-UIL siamo assolutamente disponibili a contribuire a questo e a ogni ulteriore percorso che abbia come suoi obiettivi la legalità e, in definitiva, il bene della comunità».

Testo nel comunicato da Enzo Pizzolo, Responsabile dell’Ufficio Stampa di UIL Foggia.