Sabato 12 marzo al Teatro Verdi con Maurizio Micheli.

0
104
credits: youtube.com

Ancora un appuntamento con la Stagione Teatrale 2021/2022 organizzata dal Comune di San Severo – Assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Sabato 12 marzo 2022 al Teatro Comunale “Giuseppe Verdi” con ingresso alla porta alle ore 20:30 e apertura sipario alle ore 21:00 sarà rappresentato: “Servo di scena” con Geppy Gleijeses, Maurizio Micheli e Lucia Poli.

«Dopo il successo di “Se devi dire una bugia dilla grossa” una commedia che ha divertito il nostro pubblico e davvero entusiasmato il Verdi – dichiarano il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore alla Cultura Celeste Iacovino – è ora la volta di un’altra compagnia di notevole attrazione che ci consentirà, tra gli altri, di rivedere sul nostro palcoscenico un attore davvero apprezzato come Maurizio Micheli, che rivediamo con estremo piacere».

Gitiesse Artisti Riuniti – Geppy Gleijeses, Maurizio Micheli, Lucia Poli
Servo di scena
di Ronald Harwood
traduzione Masolino D’Amico
con Roberta Lucca, Elisabetta Mirra,
Agostino Pannone, Antonio Sarasso
regia Guglielmo Ferro
in coproduzione con Teatro Stabile di Catania

Inghilterra, 1940: un gruppo di vecchi attori si prodiga a tenere alto il morale degli inglesi e porta in giro nei teatri il repertorio di Shakespeare, recitando persino sotto gli allarmi aerei. Il capocomico di questa compagnia, un attore anziano e stanco, ormai sul viale del tramonto, ma capriccioso, dispotico e vanitoso, continua a recitare perché è la sua unica ragione di vita: sostenuto dal suo “servo di scena”, Norman che in realtà gli fa da segretario, consigliere, suggeritore, amico e lo difende persino dall’invadenza altrui, oltre che spronarlo quando si avvilisce.
Considerata una delle commedie più importanti del Novecento, racconta la giornata “finale” di un attore, un grande interprete di “Re Lear” sulla scena, ma nella vita seduttore invecchiato. Lo affianca un “servo di scena” – aiutante, vestiarista tuttofare – che rappresenta l’irrazionalità dell’amore, della tenacia, della dedizione. Tutto questo mentre le bombe tedesche stanno martorizzando le città inglesi nel ’42. È un grande inno all’amore per il teatro, all’illusione che la civiltà possa sconfiggere le forze oscure della guerra che incombe tutto intorno… oggi come ieri.

I biglietti sono in vendita presso il botteghino del Teatro “Giuseppe Verdi” tutti i giorni dalle ore 10.30 alle ore 12.00 e dalle ore 18.00 alle ore 20.00. Costo biglietti: platea euro 30,00; palchi prima e seconda fila euro 25,00; palchi terza fila euro 20,00; loggione euro 15,00. Info e contatti:
Teatro Comunale Verdi
Corso Vittorio Emanuele, San Severo
tel: 0882 339641

Testo, fotografia e locandina nel comunicato a firma del dott. Michele Princigallo, Responsabile Ufficio Stampa Comune di San Severo.