Uniti per l’emergenza Ucraina: l’appello alla solidarietà.

0
103
credits: facebook.com

In questi giorni in cui continuiamo a guardare attoniti ed increduli le immagini di una guerra insensata, la nostra Comunità si sta interrogando su cosa possa concretamente fare per prestare il proprio aiuto ai fratelli ucraini, mostrando, ancora una volta, tutta la sua proverbiale generosità e solidarietà. Molti in queste ore, infatti, si continuano a chiedere cosa donare, come farlo o, ancora, si stanno proponendo su come prestare la propria accoglienza ai profughi.

Siamo nella prima fase dell’emergenza umanitaria e le tensioni tristemente causate dalla guerra, che coinvolgono ora per ora il popolo ucraino, impongono una gestione straordinaria della catena della solidarietà e soprattutto di non disperdere le straordinarie energie e sinergie.

Per tale ragione, nella serata di giovedì 3 marzo 2022, si è riunita la rete associativa costituita dalla Caritas Italiana, Croce Rossa Italiana, il Volontariato della Protezione civile, la Consulta delle Associazioni, unitamente all’Amministrazione Comunale per confrontarsi su quali misure adottare nell’immediato per prestare il proprio aiuto al popolo ucraino.

A tal proposito, facendo seguito a questa fase di concertazione con le associazioni di volontariato di protezione civile, volontariato sociale ed umanitario, la Civica Amministrazione fa proprie le indicazioni offerte dalla Caritas Italiana e da Croce Rossa Italiana, le quali suggeriscono (ancora una volta) di orientare le iniziative di solidarietà e di liberalità della cittadinanza verso la raccolta fondi che consente di  rispondere in modo più efficace alle necessità e le richieste che provengono dal popolo Ucraino, nonché dai Presidi di Croce Rossa presenti sul Territorio di guerra e nei Paesi limitrofi.

A tal uopo è, altresì, possibile far pervenire, accanto alle indicazioni già offerte nei giorni scorsi, le donazioni anche a Caritas Diocesana e Croce Rossa Italiana Comitato di San Severo – Torremaggiore, oltre che ai riferimenti nazionali già diramati da CRI, Unicef e UNHCR, per donare con un semplice sms e una chiamata al numero 45525.

Qui di seguito i relativi riferimenti bancari locali:
– Caritas Diocesi San Severo: Iban IT40 J030 6978 6331 0000 0007 551, causale “Pro Ucraina”;
– Croce Rossa Italiana Comitato di San Severo – Torremaggiore: Iban IT33 H030 6978 6341 00000010975, causale “Emergenza Ucraina”.

Questa modalità consentirà di far giungere tempestivamente gli aiuti a Caritas Diocesana ed a Croce Rossa Italiana che sono direttamente impegnati nei corridoi umanitari aperti da quest’ultima in Ucraina e tutte le organizzazioni strutturate nelle nazioni di confine che accolgono i profughi.

Allo stesso modo, chiunque voglia manifestare la propria disponibilità alla possibile futura necessità di accoglienza dei profughi potrà farlo compilando il seguente format on-line: https://forms.gle/e1WnM1BqBjb89qqX7 oppure chiedere informazioni alla email sanseveroperlucraina@gmail.com

Nel momento in cui le organizzazioni umanitarie forniranno le necessarie indicazioni in merito si provvederà tempestivamente a contattare quanti abbiano offerto la propria disponibilità all’accoglienza per organizzare incontri di informazione ed orientamento attraverso il Centro servizi per famiglia “Mano per Mano “.

Testo nel comunicato a firma del dott. Michele Princigallo, Responsabile Ufficio Stampa Comune di San Severo.