San Severo, martedì 29 marzo la cerimonia d’inaugurazione di una panchina letteraria.

0
70

Nella mattinata di martedì 29 marzo alle ore 11.00 si terrà l’inaugurazione di una panchina letteraria, simbolo del contrasto alla violenza e al femminicidio, dedicata alla giovane concittadina Roberta Perillo uccisa nel mese di luglio del 2019. La panchina verrà collocata nella centralissima Piazza Aldo Moro.

«Questa iniziativa – dichiarano il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore alla Cultura Celeste Iacovino – organizzata dall’Amministrazione Comunale – Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione, intende sottolineare come una donna uccisa dalla violenza maschile lascia un vuoto che non può essere dimenticato e la panchina è l’emblema del posto occupato da chi non c’è più, portata via dalla violenza. È il simbolo di un percorso di sensibilizzazione e mantiene viva una presenza. È l’occasione per valorizzare le conquiste raggiunte nel corso della storia, l’impegno per garantire una paritaria partecipazione alla vita civile del Paese, il coraggio nel difendere diritti e nel chiedere ascolto e rispetto».

Alla cerimonia saranno presenti il Sindaco Francesco Miglio, l’Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Celeste Iacovino e i giovani Tiziana Rinaldi, Giuseppe Giarrusso e Giovanni Carrozzo che hanno proposto la realizzazione e l’istallazione di una panchina letteraria dedicata a Roberta Perillo oltre che l’artista Michela Sarrocco che ha contribuito alla sua realizzazione grafica.

«Proprio questi giovani – continuano gli Amministratori – ci hanno richiesto l’intitolazione di una panchina scrivendo parole bellissime dedicate a Roberta: “In quest’epoca, in cui ci si impegna tutti i giorni a combattere contro la violenza di ogni genere ed in particolare quella sulle donne, ci sembra il minimo che possiamo fare, per far sì, che non si abbassi mai l’attenzione su questo argomento molto importante e che vede spesso la Città di San Severo e la Provincia di Foggia impegnate in iniziative di sensibilizzazione. La cara Roberta, ha frequentato il Liceo Artistico della Città di San Severo e l’Accademia delle Belle arti di Foggia, spiccando per i suoi disegni e sculture, realizzare una panchina a lei dedicata è per noi uno strumento per far vivere l’arte tramite Roberta e Roberta tramite la sua arte mantenendo vivo il suo ricordo“. A questi giovani, Tiziana, Giuseppe e Giovanni rivolgiamo il nostro “grazie” più accorato per la sensibilità dimostrata».

Testo nel comunicato a firma del dott. Michele Princigallo, Responsabile Ufficio Stampa Comune di San Severo.