Acqua bene comune e Banca delle Terre, se ne parla in un incontro pubblico a Mattinata.

0
64
credits: twitter.com

Mercoledì 1 giugno 2022 a partire dalle ore 17.30 si terrà, presso l’Hotel La Rotonda a Mattinata, l’incontro dibattito “Beni Comuni e Banca delle Terre, una nuova opportunità per i territori. L’evento rientra nella Carovana dei Beni Comuni, iniziativa promossa da SIBaTer e Rete Communia.

«Il 1 giugno è una data da segnare in agenda, per tutti coloro che credono nella nascita di una economia “di comunità” in grado di rigenerare i territori e fornire nuovi servizi alla collettività. A Mattinata si terrà un incontro dibattito sulle nuove opportunità di sviluppo legate ai temi “acqua bene comune” e Banca delle Terre» – dichiara Massimo Ciuffreda, CEO di Anima Living Network e Back to the Future.

I Beni Comuni rappresentano un asset economico e sociale fondamentale per favorire una transizione sostenibile dei territori, con la nascita di una nuova economia di comunità in grado di rigenerare i territori e di fornire nuovi servizi alla collettività.

«Le rete di comunità che abbiamo creato con undici comunità del Gargano e di Capitanata è in forte crescita. Ci siamo però aperti anche ad altre reti più grandi, che hanno voglia di incidere. Con Anima Living Network e Back to the Future abbiamo deciso di aderire alla neonata Fondazione Communia. Già operativa da due anni. Si occupa dei beni comuni, fisici e non, come: l’acqua, il territorio, i talenti, le comunità stesse» – aggiunge Massimo Ciuffreda.

SIBaTer (Supporto Istituzionale alla Banca delle Terre) è un progetto di ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni italiani e Fondazione IFEL – Istituto per la Finanza e l’Economia Locale. Dal 2019, eroga servizi gratuiti ai Comuni del Mezzogiorno per censimento e valorizzazione di terreni e altri immobili rurali abbandonati o  inutilizzati.

La Rete Communia coinvolge invece oltre 120 soggetti o “nodi di rete”, presenti su tutto il territorio nazionale. Ha l’obiettivo di costruire una infrastruttura sociale di economia “comunitaria”, che si basa sull’integrazione e la messa a sistema di organizzazioni con competenze specialistiche sui beni comuni o fortemente radicate nelle comunità locali.

Nata per supportare le comunità intraprendenti in percorsi di innovazione sociale e tecnologica, Anima Living Network supporta più di 40 comunità digitali in tutta Italia. Un ruolo di spicco è rappresentato dal Gargano e dalla Capitanata, in cui sono già attivi gli hub di: Mattinata, San Giovanni rotondo, San Marco in Lamis, San Severo, Vieste, Rignano Garganico, Vico del Gargano, San Nicandro Garganico, Manfredonia, Monte Sant’Angelo, Stornara, Rignano Garganico. Questo ha fatto sì che abbia preso vita un vero e proprio laboratorio di comunità, dove nascono i progetti che poi vengono portati in tutta Italia.

Testo, fotografia nell’articolo e locandina nel comunicato stampa del 25 maggio 2022.